24/06/17 ore

POLITICA

Torino, l'alternativa è meno Chiara

Era il fiore all'occhiello da poter esibire, la carta jolly da potersi giocare, "l'alternativa Chiara" del MoVimento 5 stelle, la più amata della categoria. Questo fino al 3 giugno scorso. Poi, la stella ha perso luminosità, dopo un anno di indulgente e benevolo giudizio, sotto i buoni auspici dell'establishment sabaudo.

Liberale, liberista, libertario: Berdini e Radio Radicale

L’intervista che l’ex assessore all’Urbanistica di Roma, Paolo Berdini, ha rilasciato a Massimiliano Coccia è emblematica per certi versi di come Radio Radicale vada sempre più uniformandosi allo stile informativo prevalente, senza nemmeno preoccuparsi di difendere le ragioni storiche, culturali e politiche dell’essere radicali... (L.O.R.)

5 Stelle, è andata molto maalox

La batosta era nell'aria, ma forse non così pesante. Alle elezioni amministrative i 5 stelle in pochi e marginali casi vanno al ballottaggio, con percentuali molto lontane da quelle che a livello nazionali ci offrono i sondaggisti al soldo dei talk tv.

Legge elettorale, la palese rottura

Come nelle migliori tradizioni, il casus belli è solo apparentemente marginale. Serviva il pretesto per formalizzare la crisi già in atto del patto a quattro sulla legge elettorale. Detto-fatto.

5 stelle, quel tocco di presunta costituzionalità alla legge elettorale

Eppure bisogna comprenderli. Non è facile far ingoiare la pillola alle masse del vaffa day; ed è complicato spiegare che ci si è seduti al tavolo con dei “miserabili con cui non vogliamo averci a che fare” (cit. Di Battista)...

I RAGGIanti annunci sui campi rom

C'era una volta la politica degli annunci di Matteo Renzi. Chi può dimenticarla: tutta slide e distintivo. Si decantavano in questo modo provvedimenti che non avevano nemmeno visto il tavolo di Palazzo Chigi. Eppure se ne dava conto come se fossero cosa fatta e certa, magari già fruttuosa. Con le dovute differenze, qualcosa di simile accade con Virginia Raggi, in preda a un comprensibile bisogno di dare la sensazione che qualcosa accade finalmente, dopo quasi un anno di immobilismo incompetente.