Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/11/17 ore

MALEDETTA POLITICA

Maledetta Politica - Partito Democratico, quell'eterno declino dei “Compagni di Scuola”

In un libro uscito nel 2007, l'attuale onorevole del Partito democratico Andrea Romano, esprimendo forse il meglio di sé prima di perdersi un po' per strada, descrisse mirabilmente “la parabola collettiva” di quelli che chiamò i “Compagni di scuola”. Vale, a dire l'ultima classe dirigente prodotta dal più grande partito della sinistra italiana, prima delle trasformazioni post-guerra fredda. Si trattava dei cosiddetti eredi del Pci, la cui storia si avviava – secondo Romano - “a concludersi mestamente, senza che vi sia stata nel frattempo la capacità di svolgere fino in fondo la missione principale di qualsiasi classe dirigente: lasciare dietro di sé un'eredità ancora vitale, assicurarsi una discendenza in grado di garantire una sopravvivenza dell'istituzione o degli ideali cui è dedicata una vita”. Intanto, sono passati altri dieci anni e l'eterno declino di una generazione che ha sostanzialmente fallito non pare essersi compiuto del tutto, se è vero che alcune delle figure di punta sono più che mai protagoniste, con atteggiamenti che per certi aspetti costituisco il nutrimento migliore per la crescita dell'anti-politica.

Da qui prendono spunto le riflessioni di Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, in questo nuovo numero di Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Sicilia e Ostia: astensione, sinistra in dissolvenza, Grillo in affanno

Più del 50 percento dei siciliani ha preferito non votare, mentre a Ostia solo un avente diritto su 3 si è recato alle urne. Così, il dato sull'astensionismo della scorsa fine settimana consolida una tendenza che da anni ha messo in crisi il mezzo col quale si legittimava un sistema di potere sostanzialmente eterodiretto. Intanto, con il ritorno in pompa magna dell'uomo di Arcore, monta una rinnovata voglia di anti-berlusconismo che rischia di perpetuare uno schema ammuffito e dannoso per politica italiana; mentre sull'altro fronte qualcuno ha iniziato a vendere la pelle dell'orso Renzi prima di averlo ucciso. Sui questi temi aperti dal post-voto in Sicilia e nel municipio romano si sofferma Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, nel nuovo numero di Maledetta Politica.

Radicali, il paradigma della crisi dopo Marco Pannella

Marciano divisi per colpire divisi, anche l'un contro l'altro. Così, la crisi del movimento radicale dopo la morte di Marco Pannella si manifesta in modo emblematico nella grande mobilitazione sul doppio fronte contrapposto, quello “boniniano” e quello che fa capo ai cosiddetti ortodossi, in una settimina che diventa il paradigma di una parabola triste. In questo nuovo appuntamento con Maledetta Politica, ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, prendendo spunto da quanto preconizzato su Quaderni Radicali fin dall'ormai lontano 1981.

Maledetta Politica - Il Rosatellum Bis non c'entra...

Il Rosatellum Bis eleggerà un Parlamento di cosiddetti nominati, né più e né meno come accade da un bel po' di legislature. Altresì non potrà essere la garanzia di una maggioranza certa e coesa, se non altro perché nessuna legge elettorale può garantirla per principio. Nondimeno risolverà il problema della rappresentanza che affligge il Paese. Insomma, la nuova ennesima legge elettorale  - come disse il filosofo Massimo Cacciari nel corso di un talktv su La7 – fa solo un po' meno schifo della precedente. Per questo non cambia di molto le cose, e di certo non rende la situazione peggiore di quella che sarebbe scaturita con l'Italicum. La governabilità non si raggiunge adattando e modellando a piacimento le regole del gioco, quand'anche queste fossero le migliori e più giuste possibili. La crisi del Paese è di natura politico-istituzionale e non si risolve a colpi di leggi elettorali. Ne discute Geppi Rippa. con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - L'azzardo “umorale” in Catalogna

La dichiarazione “differita” di indipendenza della Catalogna tradisce l'azzardo di una classe dirigente spregiudicata e sprovveduta (le due caratteristiche vanno spesso a braccetto), che non tiene in conto delle conseguenze di certe proprie azioni. Fatte le dovute differenze, ieri con la Brexit, oggi con le mire secessioniste catalane, solo dopo si raggiunge la consapevolezza che il processo innescato è molto più complicato di quanto si è propagandato cavalcando i malumori di piazze agitate. Partono da qui le riflessioni sulla crisi spagnola di Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, in questo nuovo appuntamento con Maledetta Politica.

Maledetta Politica – Mastella, un altro caso che farebbe buona scuola sulla giustizia

L'assoluzione di Clemente Mastella è solo l'ultimo di una lunga e variegata serie di casi politico-giudiziari di cui è costellato il post-Manipulite. Anche questa volta, la notizia rischia di passare subito in cavalleria, senza che ci si interroghi davvero su come uscire dal circolo vizioso e perverso in cui è caduto il Paese. Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, torna a riflettere sull'argomento, in questo nuovo numero di Maledetta Politica, prendendo spunto anche dal "ravvedimento senile" di Antonio di Pietro sui frutti velenosi della fin troppo glorificata stagione manettara.

Maledetta Politica - Elezioni in Sicilia, tutti guardano l'opera dei pupi

È opinione diffusa che la Sicilia sia un attendibile laboratorio politico che anticipa scenari nazionali. Vero o falso che sia tale convincimento, questa volta l'opera dei pupi, che culminerà con il voto di novembre, ci regala molti spunti di riflessione a 360 gradi, a destra come a sinistra, passando per il fenomeno 5 Stelle. Ne discute Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, in apertura della nuova stagione della video-rubrica di Agenzia Radicale, Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Libia, ...ma anche Macron è francese

Ci si era forse troppo illusi sull'europeista all'Eliseo. E anche l'attivismo nell'ex colonia italiana, in qualità di paciere fra le opposte fazioni in campo, con un occhio all'interesse nazionale, in fondo non sorprende, conoscendo i cugini d’oltralpe. Ma ha le sue ragioni … e questo non ci deve far ridurre la nostra critica ma anche l’azione della ricerca di un lavoro comune.

Non sorprende invece la debolezza dell'azione del nostro Governo, nel solco di una triste tradizione degli ultimi lustri, che vede la diplomazia italiana incapace di assumere il ruolo che gli sarebbe proprio in una area di primario interesse strategico per il Paese. Eppure l’atteggiamento del capo del Governo è in ogni caso inevitabile. … In fondo occorre fare buon viso a cattivo gioco e prepararsi a non accettare lo stato delle cose… Il Belpaese ne avrà la forza e la intelligenza tattica? Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, nel nuovo appuntamento con Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Renzi va Avanti, tra velleitarismi e insensate aggressioni subite

È tempo di libri. Tanti, forse troppi. Intellettuali, giornalisti, politici alle prese con le proprie memorie per analizzare e discettare sulla crisi del belpaese. Non sfugge a questo genere letterario Matteo Renzi, “fresco di stampa” scimmiottando un po' Macron. Avanti, dice l'ex premier. Ma dove? C'è chi ritiene abbia ormai fatto il suo tempo e lavora per il colpo di grazia. Ma lui non demorde e rilancia la sfida in vista delle elezioni, nel nuovo capitolo dell'uno contro tutti, tra velleitarismi improduttivi e aggressioni insensate subite. Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, nella video-rubrica settimanale Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Migranti, Europa in rotta

C'è chi si era fatto illusioni, ma per ora resta deluso. La frenata dell'ondata populista in Europa non si traduce necessariamente in un cambio di passo nell'approccio delle singole nazioni alla risoluzione dei problemi. L'emergenza migranti costituisce in tal senso una ennesima prova. L'Italia ha chiesto aiuto concreto e logistico per l'accoglienza dei profughi in arrivo dalle coste africane, i paesi europei hanno fatto orecchie da mercante, procedendo in ordine sparso secondo il proprio particulare. Intanto, Bill Gates – intervistato da Die Welt – descrive scenari – per altro noti - e suggerisce strade possibili, che allo stato sono difficilmente praticabili, almeno fin quando le leadership europee seguiranno disuniti le rotte complicate del Mediterraneo. Ne discute Geppi Rippa, con Antonio Marulo, nel nuovo numero di Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Per un vero Partito Democratico

Nel suo 40esimo anno di pubblicazioni, esce il numero 114 di Quaderni Radicali su un tema più volte dibattuto in questi travagliati anni di vita del Partito Democratico. Geppi Rippa, sollecitato da Antonio Marulo, ne illustra il senso nella video-rubrica settimanale Maledetta Politica di Agenzia Radicale.