Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

06/07/22 ore

POLITICA

Massimo Cacciari: Il Mondo senza un nuovo ordine mondiale tra crisi, aggressioni e violenze. Conversazione con Giuseppe Rippa

La conversazione (Video) fra Massimo Cacciari e il direttore di Quaderni Radicali e Agenzia Radicale Giuseppe Rippa prende le mosse dai due eventi che hanno contrassegnato questi ultimi due anni: la pandemia e la guerra in corso in Ucraina. Entrambi danno luogo a una situazione emergenziale che è all’origine, nelle riflessioni proposte da Cacciari, di pericolosi processi degenerativi delle relazioni democratiche. Proprio la difficoltà nell’affrontare queste vicende ha dimostrato quanto sia vulnerabile la difesa delle frontiere della libertà, specialmente quando è in atto l’offensiva – a livello concreto e ideologico – delle “democrazie autoritarie”, inedito ossimoro emerso sulla scena internazionale con la fine dell’ordine mondiale costruito sul bipolarismo coatto Est/Ovest dopo il 1945 e durato quasi mezzo secolo.

 

- Massimo Cacciari: Il Mondo senza un nuovo ordine mondiale tra crisi, aggressioni e violenze. Conversazione con Giuseppe Rippa (Agenzia Radicale Video)

Giustizia. Partito Radicale: senza informazione sarà una farsa referendaria che boicotteremo

Il 16 febbraio la Corte costituzionale ha ammesso al voto popolare cinque quesiti referendari. Grande eco mediatica hanno avuto quelli non ammessi - hanno scritto in una nota  Maurizio Turco e Irene Testa, segretario e tesoriere del Partito Radicale - e una coltre di silenzio ha continuato a nascondere ai cittadini quelli ammessi sulla Giustizia. La tv pubblica continua a negare ai cittadini il diritto di conoscere attraverso i dibattiti tra dirigenti politici e continua a condizionarli attraverso i talk con opinionisti a pagamento.

In ricordo di Antonio Martino

Antonio Martino (1942-2022) amava definirsi “semplicemente liberale”: il ricorso all’avverbio rispondeva all’esigenza di distinguersi dai tanti che la parola “liberale” l’accompagnavano sempre a qualche altro attributo, quasi non riuscendo a digerirla davvero quella adesione al liberalismo fatta più per opportunismo che per altro.

Bloc Notes. Giustizia: sui referendum emerge l'anima restauratrice del PD di Letta... ma forse non è di tutto il partito

Bloc Notes è un appuntamento quotidiano di lettura degli eventi fuori dall’omologazione giornalistica a senso unico, confuso e falsamente dialettico. É una nota in audiovideo che prova a inquadrare gli avvenimenti dell’agenda politica e culturale da una prospettiva e da un angolo di visuale altro rispetto al registro unico con cui giornali e televisioni rappresentano i fatti, quasi sempre per deformare o occultare cosa sta realmente accadendo…

 

- Bloc Notes. Giustizia: sui referendum emerge l'anima restauratrice del PD di Letta... ma forse non è di tutto il partito (23 febbraio 2022)

Bloc Notes. Iniziata la campagna contro i referendum sulla Giustizia Giusta

Bloc Notes è un appuntamento quotidiano di lettura degli eventi fuori dall’omologazione giornalistica a senso unico, confuso e falsamente dialettico. É una nota in audiovideo che prova a inquadrare gli avvenimenti dell’agenda politica e culturale da una prospettiva e da un angolo di visuale altro rispetto al registro unico con cui giornali e televisioni rappresentano i fatti, quasi sempre per deformare o occultare cosa sta realmente accadendo…

 

- Bloc Notes. Iniziata la campagna contro i referendum sulla Giustizia Giusta (19 febbraio 2022)