29/03/17 ore

Le Brevi

In breve: Opel e General Motors, Marine all’Eliseo?, La candidatura Emiliano alla segreteria del PD

Opel e General Motors. Tutti sappiamo che la Opel è la figlia della G.M. , che però oggi vuol disfarsene, col  rischio di farla finire addirittura nel paese dei copiatori per eccellenza: i famosi cinesi…e così terrorizza  la Germania, dalla quale si elevano vibrate proteste… di Silvio Pergameno

Francia, per il velo perse il lavoro secondo i principi di laicità dello Stato

La questione è di quelle annose quando si parla di laicità dello stato e di libertà di manifestare in luogo pubblico la propria fede religiosa. A maggiore ragione è annosa quando si tratta della Francia, dove il principio di laicità dello Stato è molto sentito. Figuriamoci poi di questi tempi.

M5S, a Bologna il processo dello scontrino negato

Pact sunt servanda. E se poi si tratta del cavallo di battaglia del MoVimento conviene non fare i furbi per non scatenare l’ira della cosiddetta base, come invece è accaduto in Emilia Romagna, dove un’assemblea pentastellata per discutere di “politica” e di fatti concreti si è trasformata in un patetico processo dello scontrino negato.

Pena di morte, giudice sospende iniezione letale in Mississippi

Il mix di farmaci utilizzati per l’iniezione letale in alcuni Stati americani che prevedono la pena di morte sono nuovamente oggetto di prese di posizioni da parte delle autorità preposte. L’ultima in ordine di tempo è quella assunta da un giudice federale che ha sospeso le esecuzioni capitali in Mississippi,vietando l'uso di pentobarbital o midazolam.

Iran, quasi 700 esecuzioni in sei mesi e mezzo. La denuncia di Amnesty International

Dal 1° gennaio al 15 luglio in Iran sono state eseguite 694 condanne a morte, una media di oltre tre al giorno anche (contrariamente al solito) durante il mese di Ramadan. A denunciarlo è Amnesty International, che sottolinea come in sei mesi e mezzo sia stato messo a morte quasi lo stesso numero di persone del 2014 (743).

Paula Cooper, si suicida un simbolo della campagna contro la pena di morte

Paula Cooper, che nel 1986 divenne la più giovane detenuta nel braccio della morte, è stata trovata morta a in Indianapolis dalla polizia che ha parlato di suicidio. Aveva 45 anni ed era uscita di carcere due anni fa, dopo aver scontato 28 anni di reclusione. La sua vicenda, la rese un simbolo della campagna contro la pena di morte negli Stati Uniti.

Unioni civili, primi passi al Senato

La commissione Giustizia del Senato ha approvato un testo base sulle Unioni civili a prima firma la Pd Monica Cirinnà. 14 sono stati i voti a favore, 8 contrari e un astenuto. Si è registrata una spaccatura nella maggioranza, con Ncd che ha fatto compagnia a lega e Forza Italia nel voto contrario. Hanno invece votato a favore Pd, M5S e Psi.

Pillola dei 5 giorni dopo, prescrizione medica solo per le minorenni

Per l’uso della pillola dei cinque giorno dopo sarà necessaria la prescrizione medica solo per le minorenni. Lo ha stabilito l’Aifa approvando una disposizione che diverge dalle indicazioni dell’Agenzia Europea del Farmaco, che aveva autorizzato tutte le donne a comprare il farmaco direttamente, senza necessità di prescrizione, tuttavia si pone contro le restrizioni decise sa Consiglio superiore di sanità due settimane fa.

Pena di morte, lo Utah vuole imbracciare di nuovo il fucile

Nella nazione a Stelle e Strisce, negli stati in cui è in vigore, il problema non è se ma è con quale mezzo applicare la pena capitale. Negli ultimi tempi sta diventando infatti sempre più difficile procurarsi il farmaco più “efficace” per l’iniezione letale, dopo che una campagna stampa ha spinto la società con sede in Danimarca produttrice del Pentobarbital a bloccare tutte le vendite. E visto che le soluzioni con farmaci alternativi causa l’effetto collaterale dell’agonia del condannato, c’è chi sta ripensando a metodi più spicci: il plotone d’esecuzione, con tanto di fucile che fa molto vecchio e selvaggio West.

La doccia fredda Istat sulla produzione industriale di Gennaio 2015

La giornata è di quelle trionfali per il governo: passa alla Camera la riforma istituzionale del Senato, che si appresta ad affrontare il nuovo passaggio al Senato. A dare quindi rilievo a certe notizie si corre il rischio di passare per "gufi". La parola d’ordine è infatti ottimismo. Per questo gli organi di informazione che vanno per la maggiore nelle loro edizioni di giornata online e non hanno preferito farla passare in sordina.

Cannabis terapeutica, in Toscana anche con la prescrizione del medico famiglia

Grazie a una legge approvata dal Consiglio regionale, in Toscana sarà possibile prescrivere i farmaci cannabinoidi, con oneri a carico del Servizio sanitario regionale, anche da parte di medici generalisti, sulla base di un piano redatto da uno specialista, e con la possibilità di somministrare tali medicinali anche in ambito domiciliare.