Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

14/08/18 ore

EDITORIALI E COMMENTI

La società e la sua rappresentazione virtuale

… L’idea dell'élite che non sono più una selezione in base alle capacità delle persone, ma qualcosa di negativo che non ha nessun diritto di parlare delle proprie competenze più di qualsiasi altra persona che sul web… Anche da qui vengono poi le distorsioni del genere del discorso di Casaleggio sull’inutilità del Parlamento perché a quel punto succede che ogni persona, in seguito a questo meccanismo di “polarizzazione autoreferenziale” è convinta di avere la possibilità reale di poter decidere su tutto meglio di tutti e quindi, necessariamente, non c'è più bisogno di expertise né tantomeno di rappresentanza… di Roberto Granese

Massima solidarietà a Emma Bonino. Sugli immigrati peró ... non facciamo regali a Salvini

Nel corso del suo recente intervento al Senato, Emma Bonino è stata più volte interrotta e contestata dai banchi della maggioranza governativa. L’episodio va oltre il folklore delle intemperanze di alcuni parlamentari, anche perché aggravato dalla sequela di insulti e improperi scaricatasi sui social forum che riportavano il video della seduta del 25 luglio. I modi e i toni testimoniano un insopportabile degrado dei comportamenti: per questo, a Emma Bonino va la massima solidarietà. di Luigi O. Rintallo

Il premier italiano in USA

L’incontro di Giuseppe Conte con il Presidente Trump è un fatto politico che non deve essere sottovalutato, anche perché dai colloqui sono emerse convergenze che definiremmo “tranquillizzanti” e forse proprio per questo…. preoccupanti. Ovviamente un incontro tra capi del governo (anche se Trump è pure Presidente degli Stati Uniti) è fatto per stabilire linee di condotta sulle situazioni nel momento dell’attualità, ma può, e nella specie dovrebbe, fornire indicazioni anche sul futuro, specialmente quando gli orientamenti influiscono sulle decisioni… di Silvio Pergameno

La lunga crisi italiana

La lunga crisi italiana, la crisi cioè del nostro sistema politico, dura ormai da più di un quarto di secolo e di essa non solo non è visibile una soluzione, ma ancora non si delinea un percorso da seguire.

Ad avviso di chi scrive alla base di questo giudizio… perplesso sta la considerazione del fatto che nei tanti anni trascorsi da Tangentopoli, che dell’esistenza di un problema grave per la democrazia italiana fu momento rivelatore, gli unici tentativi venuti in essere per affrontare la preoccupante situazione fu affrontata solo con riforme della legge elettorale: proporzionale o maggioritario, con la vittoria finale del primo. di Silvio Pergameno

Avviso di garanzia: giustizialisti nel governo e nella presunta opposizione

Dopo che è stata resa pubblica l’iscrizione del ministro Savona fra gli indagati dell’inchiesta aperta sei mesi fa dalla pm Venditti di Campobasso, è interessante notare il tipo di reazioni registrate. Nell’indagine Paolo Savona è stato coinvolto pur essendo all’epoca dei fatti contestati solo presidente dell’Unicredit e quindi senza poteri decisionali e, come è stato precisato dalla stessa procura, la sua iscrizione è atto dovuto. di Luigi O. Rintallo

Un grande vuoto e grandi rischi senza un’Europa unita

Certamente con contorni non definiti, ma è del tutto evidente che l’ampia diffusione in giro per l’Europa delle pretese sovraniste consegue a una evidente mancanza di un dibattito approfondito sul senso (e sui problemi) della costruzione europea. Se pensiamo all’Europa della prima metà del secolo scorso e se pensiamo all’Italia di quei tempi non possiamo non rilevare la vivacità intellettuale, la potenza dello scontro di idee, la produzione artistica…lettere, musica, arti figurative, architettura: un mondo del quale oggi non c’è più traccia. di Silvio Pergameno