Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/05/24 ore

POLITICA

Grillo-Le Pen, un movimento di pancia

Esiste un minimo comune denominatore tra i movimenti populisti che stanno segnando in modo trasversale il panorama partitico europeo. La formula magica, nella sostanza, è rappresentata da un mix esplosivo di euroscetticismo e conservatorismo, che si abbevera di contenuti tradizionalmente di destra e che si fonda pericolosamente sugli umori sempre più scottanti della piazza. di Ermes Antonucci

La Giustizia giusta del parolaio Renzi

Peccato che, come abbiamo avuto modo di segnalare ormai in numerose occasioni, questa crescente attenzione del candidato segretario democratico al tema della giustizia giusta non si accompagni mai ad una reale volontà di cambiare la situazione disastrosa in cui versa il sistema giustizia italiano. di Ermes Antonucci

Questione radicale e peste italiana

Da decenni il dibattito politologico italiano verte intorno a tre grandi questioni: quella comunista, col celebre “fattore K”, quella democristiana e quella socialista. Più di recente si discute anche del fenomeno Berlusconi e sulla fine, vera o presunta, del ciclo politico che ha caratterizzato la cosiddetta seconda Repubblica. di Danilo Di Matteo

Primarie Pd: i programmi di Renzi e Cuperlo, tra inconcludenze e retaggi del passato

Due considerazioni inevitabili emergono se si pone l’attenzione sui programmi dei due principali sfidanti alle primarie del Pd del prossimo 8 dicembre, Matteo Renzi e Gianni Cuperlo. La prima è che si conferma, nelle parole del sindaco fiorentino, una palese quanto imbarazzante assenza di qualsivoglia contenuto politico concreto ed articolato; la seconda considerazione, invece, riguarda il marcato carattere ideologico di stampo post-comunista sul quale risulta improntato il manifesto politico di Cuperlo. Osservazioni che è possibile comprendere se si guardano nel dettaglio i programmi dei due leader del Pd. di Ermes Antonucci

Una Scelta civica andata a Monti

Si consuma, in queste ore, la parabola del fenomeno politico usa-e-getta di Mario Monti. Una crisi che, oltre a manifestare un certo grado di ingenuità da parte dell’ex premier tecnico, rappresenta l’ennesimo fallimento di natura politica prodotto dal sistema partitocratico italiano. di Ermes Antonucci

Il berlusconismo e la questione liberale del centrosinistra. Intervista a Giovanni Orsina

“L’Italia è il paese che amo”: è nelle celebri parole con cui Silvio Berlusconi annunciò la sua discesa in campo che è possibile rintracciare le ragioni storico-politiche dell’avvento e poi del successo del “berlusconismo”. Questa è la tesi di fondo del libro “Il berlusconismo nella storia d’Italia” (Marsilio, 239 p., € 19,50), scritto da Giovanni Orsina, professore di storia contemporanea alla Luiss, intervistato da Agenzia Radicale.

 

- Guarda l’intervista a Giovanni Orsina (Agenzia Radicale Video)