Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/08/17 ore

POLITICA

L’evoluzione partitocratica di mamma Rai

Nell’evocarla spesso viene utilizzata l’espressione “mamma Rai”, e da decenni il motivo è un po’ più chiaro. Se all’azienda radiotelevisiva pubblica va riconosciuto il fondamentale contributo sociale dato negli anni ’60 nell’alfabetizzazione ed educazione della popolazione italiana, oggi il suo ruolo di genitrice pare aver assunto forme diverse. di Ermes Antonucci

Carta d'intenti, Bersani riscrive il pensiero del Partito democratico

Di buone intenzioni sono lastricati i documenti ufficiali del Pd. Questa volta è toccata a Pierluigi Bersani tracciare il percorso.

14 cartelle (troppe) e dieci punti di proverbiale retorica che costituiscono la Carta d’intenti per la ricostruzione e il cambiamento dell’Italia. Bene comune.

Amnistia subito, Pannella: “Giustizia! In nome della legge e del popolo sovrano”

Ci sono state manifestazioni, sit-in, marce; ne ha parlato (poco a dire il vero) la politica; il Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano, nel convegno promosso dal Partito Radicale Nonviolento Transnazionale e Transpartito il 28 luglio 2011, aveva con fermezza sottolineato che la giustizia ritardata sotto il profilo dei principi costituzionali e dei diritti umani negati per le persone ristrette in carcere, private della libertà per fini o precetti di sicurezza e di giustizia (...) costituisce“… una questione di prepotente urgenza sul piano costituzionale e civile” ; sui giornali compaiono cifre da capogiro e inchieste inquietanti (salvo poi sprofondare nell’oblio della cronaca nera, rosa, grigia) ma in televisione tutto è come prima...

La questione giustizia nella crisi economica - Intervista a Biagio de Giovanni

La "crisi" in Italia comprende un groviglio di aspetti diversi: economici, politici, sociali, culturali. Come si collocano ii problemi della giustizia in tutto ciò?

Si collocano al centro, per molti aspetti. Innanzitutto perché l’ordine giudiziario svolge decisive funzioni di equilibrio e decisive funzioni istituzionali. Quindi quando parliamo di crisi istituzionale non possiamo certo tagliar fuori la crisi della giustizia, la quale, neanche a dirlo, è un cardine dello Stato di diritto e del funzionamento normale delle istituzioni...

Giustizia, strutture inadeguate e arretratezza culturale – intervista a Vincenzo Siniscalchi

Sento parlare di crisi della giustizia da quando ho cominciato in anni lontanissimi la professione di avvocato e da quando frequentavo l'università come assistente. All'epoca si pensava che la giustizia penale soffrisse del fatto che negli anni '70 non si era riusciti a riformare l'impianto dei codici, in particolare il rito inquisitorio.

Giustizia, una questione antica – intervista a Emanuele Macaluso

Si parla ormai da tanti lustri di una funzione di supplenza della magistratura nei confronti del potere politico. Come dire: i magistrati provano a modo loro a colmare il vuoto lasciato dalla politica. È una tesi credibile, secondo te?

Il rapporto tra politica e magistratura in Italia è molto complesso e non è una questione che si pone solo ora. È una questione antica, dall’unità d’Italia in poi. La magistratura italiana è stata storicamente al servizio delle classi dirigenti...