Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/05/22 ore

POLITICA

Debiti della P.A., la misura del delirio in un decreto rinviato

Partiamo da un assunto ormai noto: il governo Monti, attualmente in carica per gli affari correnti, in quanto tale e in attesa che decolli questa già tormenta legislatura, non potrebbe assumere provvedimenti straordinari. di Antonio Marulo

La "saggia" melina istituzionale

Dopo più di un mese di colloqui, mandati e consultazioni, la politica italiana resta immersa nello stallo generato dal risultato elettorale. Falliti i tentativi di Bersani di trovare una maggioranza, ora la notizia – ideata, realizzata e resa nota dal presidente Napolitano – è che il governo Monti “resta pienamente operativo” e che chiamate a sbrogliare la matassa saranno due speciali commissioni di “saggi”. di Ermes Antonucci

Sindacati e Confindustria da Bersani: la sterile sfilata in attesa del miracolo

In un clima apocalittico da ultima spiaggia, si consuma l’antica liturgia delle consultazioni per la formazione del governo. Davanti all’indomito Bersani passano le cosiddette parti sociali che, in quel superfluo esercizio di stile, dettano al presidente pre-incaricato le loro “priorità” note anche alle pietre, dopo mesi estenuanti di campagna elettorale.

Zanda e Speranza, le novità non nuove del Pd

Luigi Zanda e Roberto Speranza sono i nuovi capigruppo al Senato e alla Camera del Partito Democratico. Vale la pena, a questo punto, soffermarsi sui trascorsi di queste due figure, per comprendere le ragioni che hanno spinto a tali scelte.

'La Repubblica delle stragi impunite', intervista a Ferdinando Imposimato

Agenzia Radicale ha intervistato Ferdinando Imposimato, presidente onorario aggiunto della Suprema Corte di Cassazione, conosciuto per essere stato il giudice istruttore di alcuni dei più importanti casi di terrorismo della storia repubblicana, tra cui il rapimento di Aldo Moro nel 1978. Pochi mesi fa è stato pubblicato il suo ultimo libro, “La repubblica delle stragi impunite” (Newton Compton Editori), in cui Imposimato indaga, con documenti inediti, sui fatti di sangue che hanno sconvolto l’Italia. di Ermes Antonucci

Grillo, già scricchiola il castello di sabbia a 5 stelle

Quando sabato scorso una parte dei deputati del Movimento 5 Stelle ha deciso di votare per Pietro Grasso alla presidenza del Senato, non rispettando le direttive del partito, cioè di Grillo, si era subito compreso che la vicenda non si sarebbe chiusa lì. E infatti ad oggi, lunedì, il movimento è ancora immerso nel caos più totale. Ma facciamo un passo indietro.