Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

28/01/23 ore

POLITICA

Finanziamento pubblico ai partiti, il governo ci prova col 2per mille

Il Consiglio dei ministri ha approvato il disegno di legge che introduce un nuovo sistema di finanziamento della politica che si fonderà sulla contribuzione volontaria da parte dei privati e che si potrà effettuare – come spiega la nota di Palazzo Chigi – attraverso il 2 per mille e detrazioni.

Grillo rimette Rodotà nel mausoleo

Passata la sbornia presidenziale, Stefano Rodotà cominciava a sentire il peso su di sé dell’etichetta 5 stelle. Oggi invece è probabilmente il più contento di tutti, liberato dall'imbarazzo, dopo le belle parole di Beppe Grillo sull’ “ottuagenario miracolato dalla Rete, sbrinato di fresco dal mausoleo dove era stato confinato dai suoi…".

Grillo e le stelle cadenti

Nonostante l’arrampicata sugli specchi di Beppe Grillo – che sul blog cerca di descrivere “il crollo dei partiti”, peraltro citando solo quattro città –, il flop del Movimento 5 Stelle alle ultime amministrative è stato evidente.

Grillo, l'aria viziata delle piazze semivuote

Sarà la natura della tornata elettorale – amministrativa e non nazionale – ma pare che il tour di Beppe Grillo in giro per l’Italia in sostegno dei propri candidati stia conquistando meno interesse da parte della Piazza di quanto previsto. A manifestare una certa insofferenza è stato lo stesso Grillo pochi giorni fa, il 17 maggio, nella sua tappa di Treviso.

Cassazione, quel fondato dubbio che il Porcellum sia davvero una porcata

Sono passati 8 anni e 3 votazioni; poi qualcuno – come i cornuti – ci ha ripensato, sollevando la questione di legittimità costituzionale della legge elettorale che porta il nome d'arte voluto dal suo stesso autore.

Gay, onorevoli conviventi: un privilegio non di casta

Ci aveva provato lo scorso anno Paola Concia, ci è riuscito martedì Ivan Scalfarotto (Pd): l'Ufficio di presidenza della Camera ha eliminato il divieto che impediva ai deputati di estendere l'assistenza sanitaria integrativa ai propri compagni dello stesso sesso. In sostanza, niente più differenze nella gestione della copertura sanitaria da onorevole tra conviventi eterosessuali e omosessuali.