Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/05/24 ore

POLITICA

Grillo dimentica l’immigrazione, e il M5S si spacca sullo ius soli

In un articolo pubblicato da La Stampa viene fatto notare l’assoluta e paradossale mancanza nel programma del Movimento 5 Stelle di qualsiasi analisi, osservazione e proposta riguardante il tema dell’immigrazione e dell’integrazione: “Nel programma elettorale non c’è traccia. Nei post che di tanto in tanto appaiono sul blog di Grillo, qualche accenno.E le esternazioni del leader sono spesso ambigue”. di Ermes Antonucci

Sul femminicidio prevale la regola dell’emergenza

Del cosiddetto “femminicidio” – o “femicidio” che dir si voglia – abbiamo avuto modo di parlare anche nell’ultimo numero di Quaderni Radicali. Ciò sul quale abbiamo richiamato l’attenzione è la prospettiva allarmistica con la quale i media e le istituzioni hanno deciso di affrontare questo fenomeno, nonostante i tanti dubbi riguardanti l’esistenza stessa del problema in questione. di Ermes Antonucci

Carceri, tutti dentro: la strana alleanza Pdl-Lega-M5S

Già dal nome che gli era stato affibbiato – “legge svuota carceri” – si era compreso che il cammino del decreto legge “recante disposizioni urgenti in materia di esecuzione della pena”, firmato dal ministro della giustizia Annamaria Cancellieri, non sarebbe stato facile. E infatti il testo approvato due giorni fa dalla Camera, che ora torna di nuovo al Senato, pare contenere ben poco dei propositi iniziali. di Ermes Antonucci

Partito democratico, l’auspicio di una crisi virtuosa

Nel numero 109 di Quaderni Radicali, uscito in questi giorni, Emanuel Macaluso si pronuncia sullo stato di crisi del Partito democratico, aspettando il congresso d'autunno.

Pannella su la condanna di Berlusconi e lo Stato in flagranza di reato

"La condanna di Berlusconi sarebbe  un episodio clamoroso che inciderebbe sulla nostra storia? In realtà  siamo uno Stato da oltre 30 anni fuorilegge, considerato in palese  flagranza di reato rispetto ai massimi reati del diritto nazionale e  internazionale. Contro la sua legalità, lo stato di diritto e i  diritti umani". Marco Pannella commenta così all'Adnkronos la  sentenza della Cassazione sul processo Mediaset, che ha visto la  conferma della condanna di Silvio Berlusconi.

Psi di Nencini, zero in politica

L’intesa tra il Partito Democratico e i socialisti di Riccardo Nencini, stipulata prima delle ultime elezioni politiche, aveva dato sin dal primo momento l’impressione di essere una semplice mossa elettorale mirante a liquidare quelle istanze di carattere laico, liberale, libertario, socialista e radicale  di cui il centrosinistra italiano avrebbe tanto bisogno. di Ermes Antonucci