Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/07/18 ore

DIRITTI E LIBERTA'

Pena di morte nel mondo: la speranza dall’Africa Subsahariana. Ma in Cina si uccide in gran segreto

Nel 2017 si è fatto minor uso della pena di morte nel mondo. A confermarlo il nuovo Rapporto Amnesty International. In particolare, sono state registrate almeno 993 esecuzioni in 23 stati, il 4 per cento in meno rispetto alle 1032 esecuzioni del 2016 e il 39 per cento in meno rispetto alle 1634 del 2015, il più alto numero dal 1989. Anche le condanne a morte emesse - almeno 2591 condanne a morte in 53 stati – si sono ridotte rispetto al numero record di 3117 nel 2016. Tuttavia c'è da tener conto che i dati diffusi non comprendono le condanne a morte e le esecuzioni in Cina, i cui numeri sono considerati segreto di stato.

Riforma penitenziaria, alla Camera uno stop annunciato

Il fatto non deve meravigliare. C'era d'aspettarselo. Già con un Parlamento e un Esecutivo a maggioranza (teorica) "garantista" il tortuoso iter aveva trovato ostacoli insormontabili, malgrado ci fossero il tempo e i numeri per archivarie la pratica prima delle nuove elezioni. A maggior ragione con un'assemblea a trazione grillo-leghista, la decisione ostruzionistica e dilatoria di ieri è nella logica delle cose.

Diritti umani qui e ora. La relazione finale della “Commissione Manconi”

La questione diritti umani non è problema altrui o anacronistico, da terzo e quarto mondo. Essa riguarda più che mai le democrazie avanzate, nelle quali “l'ossimoro democrazia illiberale sta diventando un modulo inviadiabile di governo”...

Dj Fabo, Processo Cappato: il colpo di coda del Governo Gentiloni

A braccetto con Emma Bonino nella scorsa campagna elettorale, forse non ci si aspettava questo colpo di coda di Gentiloni, che con il suo governo dimissionario ha deciso di costituirsi davanti alla Corte costituzionale nel procedimento sollevato dalla Corte di Assise di Milano, nell'ambito del processo a Marco Cappato per la morte di Fabiano Antoniani, noto come dj Fabo.

“Scienza per la Democrazia”, il 5° Congresso Mondiale per la libertà di ricerca scientifica

A dodici anni di distanza dalla prima edizione, tenutasi nel 2006, dall’11 al 13 aprile 2018 al Parlamento Europeo di Bruxelles si terrà la quinta riunione del Congresso mondiale per la libertà di ricerca scientifica, organizzato e presentato ieri alla stampa dall’Associazione Luca Coscioni.