Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/12/17 ore

DIRITTI E LIBERTA'

Biotestamento, le mosse mancate contro lo stallo al Senato

Dopo i senatori a vita anche i sindaci si appellano al Senato per il passaggio immediato in aula del provvedimento sul Biotestamento. In proposito, l'Associazione Luca Coscioni sta raccogliendo in questi giorni le firme dei primi cittadini italiani, mentre denuncia la fase di stallo che è stretta parente dell'affossamento definitivo.

L'Iran condanna a morte un ricercatore "italiano"

Lavorava a Novara, al Centro di ricerca sulla medicina dei disastri dell’Università del Piemonte Orientale. Fu arrestato nell'aprile 2016, mentre si trovava in Iran per un convegno medico. Da allora Ahmadreza Djalali, 46 anni era detenuto a Teheran con l'accusa di spionaggio.

Mugabe, il senso del pudore dell'OMS

Quella di Mugabe ambasciatore di buona volontà dell'Organizzazione Mondiale della Sanità (OMS) per le malattie croniche non trasmissibili e cardiache rientrava tra le nomine degne di ONU, che già ci aveva abituato a scelte bizzarre, tipo quella della presidenza del Consiglio per i diritti umani al rappresentante dell'Arabia Saudita. Questa volta, però, il senso del pudore ha prevalso.

Giustizia e informazione. Conversazione con l’avvocato Fabio Viglione

Il congresso straordinario delle Camere penali che si è appena tenuto, non essendosi dovuto occupare del rinnovo delle cariche, ha potuto dedicare la sua riflessione su alcuni dei nodi oramai calcificati della questione giustizia in Italia. L’avvocato Fabio Viglione, della Camera penale di Roma, ha illustrato al congresso una mozione volta a sottolineare come sia frequentemente depistante e devastante il meccanismo dei mass media e rischi di influire anche sugli esiti processuali. Di seguito il testo di una sua conversazione con Giuseppe Rippa, direttore di Quaderni Radicali e Agenzia Radicale.

Cannabis, la Camera approva solo il riordino dell'uso terapeutico

Il testo, che passa ora al vaglio del Senato, delude chi puntava a una legalizzazione secondo lo spirito originario della legge.  Quanto all'uso ricreativo - come già noto - per questa legislatura neanche a parlarne.