Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

05/08/20 ore

CINEMA

La Dea Fortuna, di Ferzan Özpetek. Tra vita, morte e amore

La Dea Fortuna, il nuovo film di Ferzan Özpetek, viene introdotto da macabre immagini di un affresco rappresentante teschi e piccoli impiccati in un’antica villa nobiliare mentre si odono urla di una bimba rinchiusa in un grande armadio. Poi la scena cambia e si sposta su una terrazza dove è in corso un party per festeggiare una coppia gay con persone molto particolari ed originali, personaggi-simbolo della  “diversità umana” che qui appaiono perfettamente integrati. di Giovanna D’Arbitrio

Che fine ha fatto Bernadette?, di Richard Linklater. Donne e creatività repressa

Che fine ha fatto Bernadette?, di Richard Linklater, tratto dal romanzo “Dove vai Bernadette? (Where'd You Go, Bernadette) di Maria Semple. Seattle, sta riscuotendo notevole successo soprattutto tra le spettatrici. Il film racconta la storia di Bernadette (Cate Blanchett), di suo marito Elgie (Billy Crudup) e della figlia Bee (Emma Nelson), una famiglia benestante, ma felice solo in apparenza: Elgie è sempre più impegnato nel lavoro, mentre Bernadette, divenuta una casalinga depressa e frustrata, passa il tempo litigando con i vicini e dialogando con Manjula, assistente virtuale indiano che intanto carpisce informazioni sulla sua vita privata, mettendo a rischio il patrimonio familiare. di Giovanna D’Arbitrio

L'inganno perfetto, di Bill Condon. Un thriller sui drammi del passato

L'inganno perfetto (The Good Liar), diretto da Bill Condon, tratto dall'omonimo romanzo di Nicholas Searle, narra la storia del truffatore Roy Courtnay (Ian McKellen) che chattando on line riesce ad ottenere un incontro con la ricca vedova Betty McLeish (Helen Mirren). di Giovanna D’Arbitrio

37° Torino Film Festival, l’horror d’annata travolge sezioni e premiati e si prende la scena

Chi ricorda Either way, primo premio alla 29esima edizione e Nói Albinói, passato al 21esimo TFF e diventato uno dei film più noti nei paesi scandinavi? Quest’anno è di nuovo un film islandese, A white, white day di Hlynur Pálmason a vincere il TFF. In un brumoso paesino dell'Islanda, Ingimundur (Ingvar Sigurdsson), poliziotto, ha perso la moglie. Decide di ristrutturare la casa di famiglia e si prende cura della nipotina Salka. Questa la trama. Ne deriva un film pulsante di emozioni, sublime e terribile, con sbalzi di ritmo e tensione che nonostante le angosce e traumi narrati riesce a inglobare situazioni decisamente comiche. di Vincenzo Basile

Un Giorno di Pioggia A New York, di Woody Allen. Tra pioggia e destini incrociati

Un Giorno di Pioggia A New York, scritto e diretto da Woody Allen, racconta la storia di Gatsby Welles (Timothée Chalamet)t e Ashleigh Enright (Elle Fanning), due giovani che frequentano lo stesso College e sono innamorati, anche se hanno caratteri molto diversi. di Giovanna D’Arbitrio

L’Ufficiale e la Spia, di Roman Polanski. Razzismo ieri ed oggi

Vincitore del Gran Premio della Giuria alla Mostra cinematografica di Venezia 2019,il film L’Ufficiale e la Spia (J’accuse), di Roman Polanski , tratto dall'omonimo romanzo del 2013 di Robert Harris, è centrato sul cosiddetto “affaire Dreyfus”... di Giovanna D’Arbitrio