Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/06/22 ore

CINEMA

Licorice Pizza, di Paul Thomas Anderson. Un film che esalta anni’70 e gioventù

Dopo aver ottenuto 3 candidature a Premi Oscar, 4 candidature a Golden Globes, premi BAFTA, 5 candidature a Satellite Awards ed altri riconoscimenti, Licorice Pizza, di Paul Thomas Anderson, sta riscuotendo successo anche in Italia. di Giovanna D’Arbitrio

Giulia, di Ciro De Caro. Il disagio di stare con gli altri

Giulia è un film del 2021, diretto da Ciro De Caro uscito nelle sale cinematografiche a febbraio del 2022. Il film racconta la storia di Giulia nell'immediato post lockdown. Periferia romana, Giulia, in seguito alla rottura con il fidanzato, si ritrova sola, senza casa, senza lavoro. Inizia così un susseguirsi di vicende che narrano disagi interiori oltre che materiali. La ricerca di una casa, di un lavoro, di affetti stabili porteranno Giulia a confrontarsi con le difficoltà del momento e con chi, come lei, ha la necessità di ritrovare una stabilità affettiva, sociale, economica che la pandemia ha spazzato via… di Maurizio Musu

Il Male non esiste, di Mohammad Rasoulof. Censura e pena di morte in Iran

Apparso sugli schermi italiani il 10 marzo, Il Male non esiste, di Mohammad Rasoulof, vincitore dell'Orso d'oro a Berlino 2020, racconta quattro storie focalizzate sul dramma del popolo iraniano, oppresso da un regime dispotico che nega libertà di espressione e qualsiasi ribellione alle ingiustizie: quattro storie legate dal fil rouge della pena capitale, tema dominante in un paese in cui ogni anno vengono messe a morte più di 500 persone. di Giovanna D’Arbitrio

Tre piani, di Nanni Moretti. Il film disperde l’anima del romanzo di Eshkol Nevo

"Tre piani", film diretto da Nanni Moretti, è tratto dall'omonimo romanzo dello scrittore israeliano Eshkol Nevo, voce di spicco della letteratura israeliana contemporanea (è di pochi giorni fa l’uscita in Italia del nuovo romanzo, “Le vie dell’Eden”). Lo scrittore racconta le vicende di un condominio borghese che sorge nei dintorni di Tel Aviv; in ognuno dei tre piani prende vita la storia di ciascuna famiglia. Al contrario di quanto appare da fuori, dentro le case regna un caos interiore che ha sede nelle personalità dei personaggi. Ognuno dei protagonisti racconta la storia in prima persona a un "tu" che di volta in volta cambia… di Maurizio Musu

L’accusa, di Yvan Attal. Dal libro 'Les Choses Humaines' di Karine Tuil

Presentato fuori concorso al Festival di Venezia, L’accusa, del regista francese Yvan Attal, è tratto dal romanzo “Les Choses Humaines” di Karine Tuil… di Giovanna D’Arbitrio

Belfast, di Kenneth Branagh. Candidato a 7 Premi Oscar

Candidato a ben 7 Premi Oscar, Belfast, scritto e diretto da Kenneth Branagh, narra l'infanzia del regista nel contesto del conflitto nordirlandese in un film sull’importanza dell’amore per i bambini durante le guerre, tema purtroppo sempre attuale, come dimostra l’invasione dell’Ucraina. di Giovanna D’Arbitrio