Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

30/09/22 ore

EDITORIALI E COMMENTI

Lo scopone di Berlusconi nella bisca illegale della partitocrazia

Del rientro in campo di Berlusconi, molti hanno evidenziato l’azzardo se non la follia. Ma cosa spinge l’ex premier a giocare ancora? È una partita di scopone la sua, dove probabilmente egli non riuscirà a incamerare i punti delle carte e degli ori, ma mira comunque alla primiera e al sette bello. In tal modo si delineerebbe un “pareggio” che sarà risolto soltanto dalle scope. E come si sa queste ultime dipendono dall’abilità nello spariglio e, fattore non trascurabile, dagli errori commessi dai giocatori… di Luigi O. Rintallo

Stato-Mafia, Napolitano e le intercettazioni da 'distruggere'

E così presso la Corte costituzionale il Presidente della Repubblica ha avuto partita vinta nella faccenda delle intercettazioni in cui era stato indirettamente e involontariamente coinvolto nel corso delle indagini della Procura di Palermo sui rapporti stato-mafia, per una conversazione poi finita di pubblico dominio. di Silvio Pergameno

Primarie, a Bersani le patate bollenti

Dopo la prevedibile vittoria alle Primarie, a Bersani resta in mano la patata bollente, anzi le patate bollenti: come venire incontro alla richiesta di ”partito nuovo” e come affrontare il problema della credibilità e dell’affidabilità di un governo di centro sinistra di fronte alla palese contraddizione tra le aspettative di un elettorato colpito dalla crisi economica e le misure indispensabili per il risanamento finanziario e l’innovazione economica, sollecitate da un’Europa il cui sostegno (o almeno la benevolenza) appare indispensabile proprio per evitare il peggio. di Silvio Pergameno


- Primarie Centrosinistra, Bonino: "Per ora Bersani non vuole interloquire con noi"

Rottamazione

Il dato saliente nelle primarie del Partito Democratico è rappresentato non tanto dal livello dei votanti, niente affatto straordinario come la stampa di regime si è affettata a sbandierare lunedì scorso, anche se importante, soprattutto con riguardo ai tempi che corrono. di Silvio Pergameno

Ilva di Taranto, una tragedia e una metafora

La tragedia umana scaturita dalla vicenda Ilva, resa ancora più inquietante, con toni quasi apocalittici, dall’accanimento della natura, ci induce a ragionare con umiltà e rigore sulla politica. Di tanto in tanto si parla, e a ragione, dell’assenza da decenni di una vera politica industriale, ad esempio. Proviamo a spingere oltre la riflessione, però. E tentiamo di andare al di là della cronaca e del ruolo, nell’intricata questione dello stabilimento di Taranto, di Nichi Vendola e di altri esponenti della vita pubblica. di Danilo Di Matteo

Primarie, bromuro e partecipazione

Ha ragione Grillo che ha definito le primarie del centro-sinistra “bromuro sociale” o Bersani che ne ha esaltato il valore di partecipazione e di riscatto della politica? La risposta non può essere così scontata, né in un senso né nell’altro. E questo perché le cose sono alquanto complesse. di Luigi O. Rintallo