Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

14/07/24 ore

Imam Houthi: ‘I promiscui, i deformi e gli omosessuali sono stati tutti creati dall’America e da Israele’



da MEMRI Middle East Media Research Institute

 

Dopo il massacro di Hamas del 7 ottobre, movimenti come “Gays for Palestine” e “Queers for Palestine” sono diventati parte integrante delle manifestazioni pro-Hamas in Occidente, sostenendo lo slogan genocida “Dal fiume al mare”.

 

All’inizio di questo mese, MEMRI ha pubblicato una raccolta di video di importanti figure islamiche, politiche e culturali palestinesi affermando che il popolo palestinese “non accetterà un solo omosessuale” in terra di Palestina, e che gli omosessuali “dovrebbero essere gettati a testa in giù dal tetto”. dell'edificio più alto."[1]

 

Quello che segue è una raccolta di video di figure di spicco di Ansar Allah, alias gli Houthi, che fanno affermazioni come "uno degli atroci crimini morali commessi dagli israeliti nella nostra epoca è che... stanno promuovendo l'omosessualità, in violazione della natura umana e le leggi di Allah", e "i promiscui, i deformi e gli omosessuali sono stati tutti creati dall'America".

 

Gli Houthi sostenuti dall’Iran, parte dell’”asse della resistenza”, hanno assistito Hamas durante l’attuale guerra di Gaza lanciando missili balistici contro la città israeliana di Eilat. Hanno anche bloccato e preso di mira la navigazione commerciale nel Mar Rosso, nel Golfo di Aden e nello stretto di Bab el-Mandeb.

 

Va notato che gli Houthi hanno accusato Israele, dove si tengono apertamente le sfilate del Gay Pride, di diffondere l’omosessualità. Eminenti esponenti religiosi palestinesi hanno anche accusato Israele di portare l’omosessualità in Terra Santa. Ironicamente, se i membri di movimenti come “Gays for Palestine” e “Queers for Palestine” vivessero a Gaza o in una qualsiasi delle terre dell’”asse della resistenza”, probabilmente avrebbero bisogno di chiedere asilo in Israele.

 

Nel febbraio 2024, nel mezzo dell’attuale guerra di Gaza, un tribunale israeliano ha deciso che gli individui palestinesi LGBTQ+ possono farlo. Il giudice della Corte distrettuale di Tel Aviv, Michal Agmon Gonen, ha stabilito che "i palestinesi minacciati a causa del loro orientamento sessuale possono presentare domanda di asilo”.[2]

 

 

 

 

Sermone del venerdì Houthi a Dhamar, Yemen dell'Imam Muhammad Al-Mu'ayyad

“È giunto il momento per l'umanità di sbarazzarsi dell'America – il paese del male, della corruzione e dell'omosessualità; Lo Yemen guiderà la Jihad contro gli Stati Uniti, Israele – 12 gennaio 2024

 

"Più di 400 anni dopo la fondazione dell'America, è giunto il momento per l'umanità di liberarsi di quel paese del male, della corruzione e dell'omosessualità che è l'America."

 

 

Per visualizzare questa clip su MEMRI TV, fare clic qui

 

Sermone del venerdì a Dhamar, Yemen dello studioso islamico Houthi Muhammad Al-Mu'ayyad: “… gli ebrei guidano gli Stati Uniti, li usano per diffondere la corruzione morale sulla terra, cercano di promuovere l'omosessualità, distruggono la castità delle donne musulmane – 16 giugno 2023

 

"Uno degli atroci crimini morali commessi dagli Israeliti nella nostra epoca è che, in un pericoloso precedente, stanno promuovendo l'omosessualità, in violazione della natura umana e delle leggi di Allah. Ciò preannuncia l'ira divina e la punizione divina. Oggi, gli Stati Uniti vogliono diffondere l’omosessualità in tutto il mondo. E qual è la posizione di quei cosiddetti musulmani che normalizzano [i rapporti con Israele]? Non avranno paura di normalizzare anche l’omosessualità. Abbiamo visto come hanno gettato le basi per la prostituzione, e come l’hanno preparata società in Arabia Saudita e negli Emirati Arabi Uniti ad accettare qualsiasi deviazione, non importa quanto perversa o atroce sia, ci stanno lavorando giorno e notte."

 

Per visualizzare questa clip su MEMRI TV, fare clic qui.

 

Lo studioso islamico Houthi Dr. Ahmad Al-Shami

“L’Occidente ha un doppio standard per quanto riguarda la libertà di espressione – Perché è giusto bruciare il Corano ma non la bandiera LGBTQ+? – 13 settembre 2021

 

"Cosa hanno detto i disfattisti e gli americani? Dicevano che questa era libertà di espressione. Tuttavia, quando uno zelante cristiano americano ha bruciato la bandiera degli omosessuali – la bandiera delle persone che ammettono l'omosessualità e il lesbismo – è stato condannato a 18 anni dal tribunale in America. Collegati al sito della BBC Ne parlano.

 

"Perché bruciare il Corano è considerato libertà personale e libertà di espressione, mentre bruciare la bandiera colorata ferisce i sentimenti di diverse migliaia di omosessuali depravati? Bruciare il Corano non ferisce i sentimenti di un miliardo e 600 milioni di persone? Questo è strano. Questi sono doppi standard.

 

[...]

 

"Quando le autorità chiudono un certo ristorante, che ha un logo gay, allora si sentono tutti i corvi cantare su Facebook e sui social media, e zittire chiunque voglia difendere questa mossa, dicendo: 'Stai zitto, non dire una parola", accusando chiunque ne parli di appartenere all'Isis. Tutti voi [persone] promiscue e moralmente depravate siete la creazione dell'America. I promiscui, i deformi e gli omosessuali sono stati tutti creati dall'America."

 

Per visualizzare questa clip su MEMRI TV, fare clic qui.

 

Il ricercatore libanese Ali Fadlallah sulla TV Houthi:

“L’Occidente è debole e fa affidamento sulla tecnologia, mentre i combattenti musulmani sono forti e motivati; È positivo che Tel Aviv sia la capitale gay del mondo: i gay e i pervertiti non hanno spirito combattivo – 11 novembre 2022

 


 

"Nessuna nazione occidentale può produrre questo tipo di combattenti, in termini di combattimento faccia a faccia. Li sconfiggono solo da lontano, usando tecnologia e armi [avanzate].

 

[...]

 

"La buona notizia è - e questo è ben noto - che Tel Aviv, la capitale dell'entità [israeliana], è la capitale degli omosessuali del mondo. Questa è una buona notizia per noi. Queste persone - che sono pervertite a tal punto nel loro condotta personale: non combatterà mai."

 

  

Per visualizzare questa clip su MEMRI TV, fare clic qui.

 

________________

 

 

[1] Vedi il messaggio speciale MEMRI n. 11376, #QueersForPalestine – Imam palestinesi: i palestinesi "non accetteranno un solo omosessuale in terra di Palestina"; "Gli omosessuali dovrebbero essere gettati a testa in giù dal tetto dell'edificio più alto", 4 giugno 2024.

 

[2] Haaretz.com/israel-news/2024-02-07/ty-article/.premium/foreign-ministry-boasts-lgbtq-palestinian-asylum-ruling-interior-minister-seeks-inversione/0000018d-83fb-dfd5-adff-dbfbc7a00000, 7 febbraio 2024; Jpost.com/israel-news/article-785171, 5 febbraio 2024.

 

da MEMRI Middle East Media Research Institute

 

 


Aggiungi commento