Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/05/24 ore

LIBRI

Le bambine non esistono, di Ukmina Manoori e Stéphanie Lebrun. La femminilità negata

Le bambine non esistono”, di Ukmina Manoori e Stéphanie Lebrun (Ed. Pienogiorno) racconta la storia vera di una delle autrici, Ukmina, nata in Afghanistan ai tempi dei Talebani e cresciuta come una bacha posh, cioè bambina vestita da maschio. Il libro è stato scritto in collaborazione con Stéphanie Lebrun, giornalista, documentarista e cofondatrice delle agenzie di stampa Babel Press e Babel Doc, insignita dei più prestigiosi riconoscimenti, tra cui un Emmy Award… di Giovanna D’Arbitrio

I pazienti del dottor Garcia, di Almudena Grandes. Diventato serie tv su Netflix

I pazienti del dottor García di Almudena Grandes, pubblicato in Italia da Guanda nel 2018 - Vincitore in Spagna del Premio Nacional de Narrativa -; è diventato poche settimane fa una serie tv su Netflix. Il romanzo prende le mosse dalle vicende che nel 1936 vedono Madrid sotto le bombe dell'esercito nazionalista, in questo scenario, il giovane medico Guillermo García Medina, ispirato dalle idee libertarie del nonno che lo ha cresciuto, diventa “il medico dei rossi” e presta soccorso ai combattenti repubblicani, imparando a praticare le prime trasfusioni di sangue… di Maurizio Musu

Testa alta, e avanti. Il libro testimonianza di Gaia Tortora

Testa alta e avanti”, di Gaia Tortora, è uno di quei libri che ti lasciano il segno. Con straordinaria semplicità e tanto coraggio ha trovato un modo originale e raffinato di raccontare e raccontarsi riuscendo a trasmettere un naturale senso di immedesimazione. Anche se si legge tutto d’un fiato, per la immediatezza della narrazione, ogni capitolo offre numerosi spunti di riflessione. Dalla ragazzina quattordicenne all’affermata giornalista di oggi, il viaggio di Gaia, come la vita di ognuno, è fatto a tappe… di Fabio Viglione

Madre, di Goldie Goldbloom

A Williamsburg, quartiere di New York reso famoso dalla miniserie Netflix Unorthodox, risiede una piccola comunità di charedim (la cui traduzione più comune, anche se errata, è ortodossi, o addirittura ultra-ortodossi), ebrei che seguono rigorosamente una lunga serie di precetti, un codice di abbigliamento particolarmente pudico e che sono poco inclini ad avere rapporti con il resto del mondo… di Elena Lattes

Mademoiselle Camille Claudel e moi, di Chiara Pasetti

Se cercavate un libro sul dramma di essere donna incentrato sulla discriminazione femminile, in Mademoiselle Camille Claudel e moi (Nino Aragno Editore) potrete dire d’averlo trovato. La bella autrice, Chiara Pasetti, scrittrice, drammaturga,  giornalista e studiosa di Gustave Flaubert, in un corposo libro narra le tristi vicissitudini di una bellissima, giovane ed eccellente artista che ha la sfortuna d’incontrare un grande artista, che sarà il suo grande amore e la sua rovina. Il libro infatti, tratta del rapporto tra l’artista Camille Claudel e una tra le figure maggiori dell’arte parigina e mondiale di quei tempi: Auguste Rodin… di Giovanni Lauricella

Cani, topi e scarafaggi di Luca De Angelis. Metamorfosi ebraiche nella zoologia letteraria

L’accostamento delle sembianze umane a quelle animali è presente nella letteratura fin dalla notte dei tempi, ma mentre nella mitologia o nelle favole sono sovente i secondi a trasformarsi nei primi (si pensi a “Il principe ranocchio”), nelle opere degli ultimi secoli è spesso raccontato un fenomeno opposto… Da un’analisi approfondita di questo fenomeno e di come soprattutto le correnti razziste se ne sono avvalse, nasce “Cani, topi e scarafaggi” di Luca De Angelis, pubblicato dalla casa editrice Marietti… di Elena Lattes