Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/07/17 ore

Aghi di Pino

Montezemolo, dal flop Italia 90 alla promozione di Roma 2024

L’addio alla Ferrari porta bene: dopo la nomina importante ai vertici della nuova Alitalia salvata dagli emiri, arriva per a Luca Cordero di Montezemolo l’incarico come presidente del Comitato promotore per le Olimpiadi di Roma 2024.

Civati, quel “liberale” che non t’aspetti

La Treccani definisce Liberaldemocrazìa il “Regime politico basato sulla combinazione del principio liberale dei diritti individuali con il principio democratico della sovranità popolare. Spesso viene usata, come sinonimo, l'espressione 'democrazia liberale'. In entrambi i casi si intende sottolineare che il riconoscimento della sovranità del popolo va di pari passo con l'intangibilità di una serie di libertà individuali (pensiero, religione, stampa, impresa economica)”.

Salvini, scommettiamo che…“mai più” Berlusconi-Lega?!

"Sono sicuro che non c'è un solo nostro elettore disposto a riscommettere sull'alleanza con Berlusconi; Silvio è il vecchio, se corre ancora lo fa senza la Lega". (cit. Matteo Salvini, 15 luglio 2012, fonte: repubblica.it)

Capanna–Giletti, lo scontro tra il trombone e la trombetta…

Tra le poche cose esilaranti della triste domenica televisiva italiana ecco lo "scontro" tra Mario Capanna e Massimo Giletti all'Arena di Rai Uno. "Ha fatto la trasmissione su un presupposto falso, cioè che la Regione Lombardia volesse ridurre il vitalizio e noi egoisti non eravamo d'accordo (lui in verità prende vitalizzi per due legislature al parlamento italiano, uno a quello europeo e una consigliatura in Lombardia ndr) e non avete detto che avevamo proposto un fondo di solidarietà con l'equivalente del vitalizio" - ha strombazzato il noto "rivoluzionario" dei salotti milanesi degli anni settanta.

Della Vedova, un uomo tanti partiti

Era dato come sicuro partente in direzione Pd, assieme agli altri 8 transfughi della morente Scelta Civica. Ma l'ex radicale, ex berlusconiano, ex finiano ed ora ex montiano Benedetto Della Vedova si era sfilato, a sorpresa, proprio all'ultimo, rimanendo all'interno del partito fondato - e disconosciuto - da Mario Monti.