Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

27/04/17 ore

CRONACA

I tre dinosauri, la negligenza architettonica di Roma

La città dello spettacolo è stata la recente linea guida architettonica generalmente adottata prima della conclamazione della crisi economica. Edifici di grande richiamo facevano da cartellone pubblicitario per città trasformate in meta di incuriositi spettatori, alimentando una sete turistica visiva e artificiosa, stimolata da un gioco manipolatorio prevalentemente mediatico, adesso drasticamente ridimensionato al punto che di questa vicenda sono rimasti incompiuti gli abbozzi di alcune costruzioni, che ora sono diventate argomenti di tali contese quasi fossero ingombranti "cadaveri eccellenti". di Giovanni Lauricella

Lombardia terra dei nuovi emigranti

“Partono 'e bastimente pe' terre assaje luntane...Cántano a buordo: só' Napulitane!..." Così si cantava una volta, in dedica a chi lasciava il porto di Napoli per cercare fortuna. Gli emigranti erano perlopiù meridionali e la destinazione preferita le Americhe. Oggi, invece, i nuovi emigranti, in continua crescita (nel 2013 sono partiti 94.126 contro i 78.941 del 2012), preferiscono non allontanarsi troppo e ciò che sorprende partono in gran numero dalla Regione più ricca d’Italia.

Se Juventus-Roma conta più dell’articolo 18: ne discuterà il Parlamento

Il gioco del calcio come metafora della vita e specchio riflesso e impietoso della crisi italiana? Seguendo sgomenti le ripercussioni Parlamentari di Juventus-Roma, pare proprio che sia così. Il deputato del Pd Marco Miccoli, nonché – immaginiamo - tifoso romanista, ritiene infatti “che la partita di ieri, trasmessa in tutto il mondo, abbia dato una pessima immagine del Paese".

Migranti nel Mediterraneo, record di vittime nel 2014

Manca ancora un trimestre alla fine dell’anno e il 2014 può già essere considerato quello con il record di vittime dovuto alla migrazione. Per la precisione sono 4mila77 i morti. Di questi ben 3072 sono morti nel Mar Mediterraneo. Le cifre sono state diffuse dall’Organizzazione internazionale per le migrazioni - OIM) in un rapporto presentato a Ginevra, nel quale si certifica come l’Europa sia la destinazione più pericolosa per gli immigrati cosiddetti irregolari.

Ebola, pronti per il soccorso...

Alla fine l’emergenza Ebola sta diventando davvero tale e dopo mesi di titubanza è scattata la mobilitazione internazionale per scongiurare il disastro. Se non si pone rimedio, dicono dagli USA, i morti per la terribile malattia in Africa potrebbero superare il milione in pochi mesi. E nel resto del mondo? Non c’è pericolo, si ripete come un mantra, forse per non creare paure e psicosi fra la popolazione.

È morto Gigi Melega

È morto Gigi Melega. Giornalista, scrittore, librettista di opere, scacchista e deputato del Partito radicale per due legislature. Avrebbe compiuto ottant'anni il prossimo gennaio e il suo romanzo "memoriale" "Tempo lungo" sarebbe stato pubblicato integralmente dall'editore Marsilio proprio per ricordare questo anniversario. Il libro di oltre mille pagine era stato pubblicato in parte in altre edizioni. Erano i ricordi del ventenne Gigi, una vera e propria saga che raccontava un tempo passato che serviva a capire in profondità il presente.

 

Gianluigi Melega, cronista con passione di Massimo Teodori (Il Sole 24 ore)