Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/12/17 ore

MALEDETTA POLITICA

Maledetta Politica - Le Pen, la crisi dell'Europa sul Fronte Nazionale francese

Dopo gli attacchi dell’Isis a Parigi, era atteso il successo elettorale di Marine Le Pen e il suo Front National alle elezioni amministrative. Ciò ha alimentato il dibattito, sempre in auge di questi tempi, sulla deriva a destra dell’opinione pubblica (non solo francese, ma europea tutta) che, a prescindere dall'indiscutibile peso della contingenza terroristica, è figlia anche e soprattutto dell’inesorabile crisi del progetto di Unione Europea. Una crisi che ha visto fin qui la Francia tra i principali artefici, indipendentemente dal colore politico degli ultimi ospiti dell’Eliseo. Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.

Siria e Iraq, errori e omissioni nel complicato risiko mediorientale

La “guerra” al terrorismo islamico di Daesh ha fatto emergere in modo lampante le contraddizioni e la diversità di visione - tattica e strategica -  all’interno della cosiddetta coalizione internazionale. Così, gli interessi in conflitto - tra le ambiguità turche, l’interventismo russo, le manie di grandezza francesi, le incertezze USA e la puntuale e colpevole assenza dell’Europa in quanto Unione, hanno trasformato il Risiko mediorientale (che vede prima di tutto combattere una guerra civile nel mondo islamico) in una matassa inestricabile.  Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Attacco a Parigi, retorica e luoghi comuni nei salotti della Tv italiana

Beati quelli che hanno la soluzione bell’e pronta in tasca. Ne hanno parlato fin dalle prime ore dal massacro parigino tra fiumi di demagogia e luoghi comuni su un tema così complesso come la politica estera e lotta al terrorismo. Hanno imperversato nei talk tv, che si sono trasformati per l’occasione in tanti Processi del lunedì con i “commissari tecnici” ad azzuffarsi sulla formazione giusta da mettere in campo. La politica italiana, in testa l’opposizione leghista e grillina, ma non solo, ha così fornito una volta di più la prova del miserabile livello a cui è giunto il dibattito nel nostro Paese. (guarda da Agenzia Radicale video)

Maledetta Politica - De Luca, il caso nel caos del Partito democratico

Dopo il caso Marino a Roma, un’altra tegola si abbatte sul Partito democratico. Vincenzo De Luca non trova pace da quando decise di correre per il governo della Campania. Subìto e mai fino in fondo digerito nel suo partito, è alle prese con gli effetti collaterali di una legge ambigua, la cosiddetta Severino, costruita a suo tempo su misura per Berlusconi. Il tutto accade in un contesto regionale le cui caratteristiche peculiari sembrano fatte a posta per far esplodere con tutto il fragore le contraddizioni e la crisi della politica italiana. Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta politica - Fuori dal Pd la solita Cosa (rossa)

La pattuglia parlamentare della cosiddetta minoranza del Pd si assottiglia. Alla spicciolata, sulle orme di Pippo Civati, stanno infatti lasciando gli infelici e scontenti per la piega renziana che ha preso ormai il partito. Resistono invece i cosiddetti big, in testa Bersani, nella speranza ancora di riprendersi il “maltolto”, cioè quel Partito democratico privo di dell’identità che di fatto non ha mai avuto. Ne parla Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Roma (non) Capitale

Il paragone Milano-Roma di questi tempi risulta quanto meno impietoso. Sotto la Madunina si respirano atmosfere di indubitabile rinascita generale, dopo il buon successo dell’Expo a dispetto delle previsioni catastrofiche; nella Capitale invece si fanno i conti con malavita, degrado e inefficienze, mentre sul Campidoglio si consuma l’ultimo clamoroso atto del sindaco-marziano...

 

- Maledetta Politica - Roma (non) Capitale (Agenzia Radicale Video)

Maledetta Politica - Radicali Italiani, ma che senso ha?

Mancano pochi giorni all’annuale appuntamento del ponte di Ogni Santi con i Radicali a Congresso. Mai come quest’anno sono venuti al pettine problemi e questioni di fondo di una crisi che si trascina da molto tempo all’interno della cosiddetta “Galassia” pannelliana. Ne discute in Maledetta Politica con Antonio Marulo, Giuseppe Rippa.

Vaticano vs Francia, dietro lo scontro diplomatico sulla candidatura scomoda di Stefanini

Tra Vaticano e Stato francese c’è maretta da mesi. Casus belli la poltrona dell’ambasciata transalpina presso la Santa Sede, assegnata da François Hollande a Laurent Stefanini, definito "candidato giusto, al posto giusto". La scelta non è piaciuta Oltretevere e, fermo restando i motivi ufficiali o quelli sottesi, la crisi fra i due Stati sembra nascondere altre questioni di fondo alla base di tensioni che rischiano di trascinarsi fino al 2017. Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in questo numero di Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Siria, la tattica senza strategia di Putin

Con un’espressione poco elegante , ciò che sta accadendo in Siria e dintorni può essere definita un “gran casino”, che con il protagonismo militare di Putin rischia di ingarbugliarsi di più. Così, in un contesto dove non è ben chiaro chi sia il nemico di chi, l’Isis appare più che altro strumentale al grande Risiko regionale, fra interessi che si contrappongono incrociandosi. E se l’Occidente con in testa l’America di Obama fa i conti con il proprio fallimento, perseguito con pervicacia negli ultimi decenni, la Russia dà prova di forza con le peculiari ambiguità, senza una reale strategia, frutto più che altro di una sostanziale e malcelata debolezza. Ne discute Giuseppe Rippa con Antonio Marulo in Maledetta Politica.

Maledetta Politica - Giancarlo Siani, per ricordare

Ogni anno il 23 settembre viene ricordata la figura di Giancarlo Siani, giovane collaboratore al "Mattino" di Napoli, ucciso dalla camorra nel 1985. Nel trentesimo anniversario dell’atroce delitto, Giuseppe Rippa coglie l’occasione, in questo numero di Maledetta Politica, per svelare alcuni fatti della vicenda umana di Siani, in primis la sua militanza radicale, che le ricostruzioni giornalistiche hanno fin da subito totalmente omesso, trascurando aspetti determinanti per comprendere con compiutezza e senza ipocrisie la figura di colui che è divenuto uno dei simboli della lotta alla criminalità organizzata.

Maledetta Politica - Napoli, la prova del DNA

Dopo che le vicende di “mafia capitale” le avevano rubato l’ingloriosa scena, la città di Napoli torna in primo piano sui temi poco edificanti della criminalità organizzata: un po’ perché da qualche tempo si spara allegramente e quotidianamente in pieno centro come in periferia, a causa di una guerra fra clan in corso; un po’ per le polemiche suscitate dalle dichiarazioni fraintese del presidente della Commissione Antimafia Rosy Bindi sulla "camorra come elemento costitutivo" della città, che hanno sollevato le ire del sindaco De Magistris già in piena campagna elettorale. Sul tema non poteva mancare l’opinione di Roberto Saviano, il cui ruolo meritorio di denuncia non può bastare a imprimere la svolta necessaria in una città ammorbata e in preda a un inesorabile declino. Ne discute Giuseppe Rippa, con Antonio Marulo, in Maledetta Politica.