Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/06/24 ore

ESTERI

Turchia-Siria, prove di guerra

Dopo un anno e mezzo di minacce e crescenti tensioni, la guerra tra Turchia e Siria sembra oramai inevitabile. Ankara, secondo quanto annunciato dall'ufficio del primo ministro Erdogan, avrebbe risposto ai bombardamenti dell'artiglieria siriania di ieri nel villaggio di frontieria di Akcakale, in cui sono rimasti uccisi cinque cittadini turchi. “La Turchia ha colpito obiettivi siriani individuati dai radar al confine”, è quanto ha infatti dichiarato il Governo presieduto da Erdogan con un comunicato letto alla tv di Stato.

Gheddafi, il suo assassino parlava francese …

Questa è una notizia che modifica enormemente la percezione degli scenari internazionali di geopolitica più recenti e prossimi futuri: sarebbe stato un agente segreto francese a sparare al Colonnello Gheddafi. di Andrea Spinelli Barrile

Georgia, Carceri e torture: il presidente Saakasvili grida al complotto internazionale

Non accenna a calmarsi la bufera scatenata la scorsa settimana, dopo la messa in onda da parte di due televisioni indipendenti georgiane, di un filmato sullo stato delle carceri nel paese, in particolare riferimento alla prigione n 8 della capitale Tibilisi, dove secondo il video sono state perpetrate torture e maltrattamenti su detenuti, durante il mese scorso.

Elezioni in Bielorussia, opposizione fantasma: accuse di brogli per Lukashenko

'L’ultima dittatura d’Europa'. Così Washington e la stampa internazionale hanno definito più volte la Bielorussia: l'ultimo avamposto anacronistico ad oriente in Europa. Lo scorso 23 settembre, nonostante la Commissione del voto bielorusso abbia registrato per le elezioni un’affluenza pari al 74,2%, nessun deputato è stato nominato alla Camera Bassa del Parlamento nei partiti di opposizione al leader indiscusso Lukashenko.

Amish, rischiano il carcere i 'barbieri' un po' violenti

Sedici Amish sono stati dichiarati colpevoli di violenza, da una giuria federale dell'Ohio, nei confronti di alcune persone appartenenti alla loro stessa comunità; rischiano ora, secondo il Tribunale Americano, fino a dieci anni di carcere.

Vignette su Maometto, la Francia si prepara al Venerdì della paura

C'è Maometto in déshabillé e c'è un rabbino che spinge un imam in sedia a rotelle e, sopra, un titolo: 'Intoccabili 2: guai a chi ride!”. E di ridere, secondo il governo di Jean-Marc Ayrault, la comunità musulmana non ne ha alcuna voglia.

Ecco perchè, a ridosso della pubblicazione da parte del settimanale satirico d'oltralpe, 'Charlie Hebdo', di alcune vignette sul profeta islamico, la Francia ha deciso di adottare “misure di sicurezza eccezionali” per proteggere le ambasciate e le scuole francesi presenti in una ventina di territori considerati a rischio.

Amnistia in Birmania, il regime perdona ma non convince

In coincidenza del viaggio negli Usa della leader dell’ opposizione birmana e premio nobel per la pace, Aung San Suu Kyi, e a pochi giorni dall’incontro su suolo americano del nuovo Presidente Birmano, Thein Sein, con i vertici di Stato Usa, previsto per il 24 settembre, la tv di Stato del Myanmar ha diffuso la notizia di una nuova amnistia prevista per 500 persone imprigionate nelle carceri del Mynmar, tra cui 80 condannati per reati di opinione.

Catalogna, la giornata dell'orgoglio

L’11 settembre è stato scelto, tanto tempo fa, per celebrare l’orgoglio e l’autonomia culturale del popolo catalano. Molti anni dopo (11.09.12), oltre 1milione e mezzo di persone (secondo il quotidiano spagnolo El Pais) sono scese nelle piazze tra le assolate strade antistanti le curiose case gaudiane, per ricordare al proprio governo e all’Europa intera, che l’identità di un popolo ha confini molto più profondi nel cuore che in limiti geograficamente ascritti e ribadire come prima, più di prima, che la regione catalana esiste e vuole “essere” per diritto di nascita.

Libia, Usa sotto attacco. Al Qaeda rivendica

“Innocence of Muslim”. Sarebbe questo il titolo del film, realizzato da un israelo-americano, Sam Bacile, e sostenuto dal pastore americano Terry Jones, famoso per aver bruciato in passato alcune copie del Corano, che inizialmente è stato considerato all'origine delle violenze esplose questa notte in Libia.

Miliziani armati, intorno alle 21.40 di ieri, hanno attaccato il consolato americano di Bengasi per denunciare la pellicola ritenuta offensiva per l'Islam e contro cui poche ore prima, al Cairo, altri manifestanti avevano protestato cercando di scalare i muri dell'ambasciata Usa e bruciando la bandiera americana.

Dagli Usa all'Afghanistan: il 'passaggio di proprietà' del carcere di Bagram

Il 10 settembre è stato formalizzato il passaggio di gestione del carcere di Bagram, a 40 km a nord di Kabul, dall’esercito statunitense al governo afgano. Il Parwan Detention Centre (noto come carcere di Bagram), ospita oltre 3000 talebani sospettati di terrorismo.

Cina, la 'tratta' degli stagisti alla Foxconn

Alla vigilia della presentazione dell’ultimo gioiellino della Apple, l’ IPhone 5, prevista per il 12 settembre prossimo, si rinnovano le polemiche sui modelli lavorativi utilizzati dalla Foxconn, azienda taiwanese che produce componenti elettronici per il colosso statunitense utilizzando forza lavoro cinese.