Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

27/03/19 ore

Addio a Margaret Thatcher, la 'Iron Lady'



"Cura le tue abitudini e curerai il tuo carattere, cura il tuo carattere e curerai il tuo destino". Così il premio Oscar Meryl Streep prendeva in prestito le parole di Margaret Thatcher per interpretare sul grande schermo la trasfigurazione della 'Iron Lady', la Signora di Ferro piegata a ottant'anni da una buia forma di demenza senile. Oggi a Londra la prima e unica primo ministro donna del Regno Unito è morta, stroncata da un ictus, all'età di 87 anni.

 

Nata a Grantham, Lincolnshire, il 25 ottobre del 1925, l'ex premier conservatrice britannica ha guidato il Paese dal maggio 1979 al novembre 1990 guadagnandosi l'appellativo di 'Iron Lady' per l'inflessibilità e la durezza delle decisioni prese durante la sua premiership per risollevare il Regno Unito dalla crisi economica e politica in cui era precipitato negli ultimi decenni.

 

E il primo commento sulla scomparsa della Iron Lady arriva proprio dall'attuale premier, David Cameron: “E' con grande tristezza che ho appreso della morte di Lady Thacher – ha scritto su Twitter il capo del governo inglese – Abbiamo perso una grande leader, un grande primo ministro e una grande britannica”.

 

Anche la regina Elisabetta II ha diffuso un comunicato in cui spiega di aver appreso “con tristezza” la notizia della morte della “Baronessa Thatcher” la cui commemorazione, secondo le volontà espresse dalla stessa ex primo ministro, non contemplerà i funerali di Stato.

 

Tuttavia, fa sapere Downing Street, dove la bandiera sventola a mezz'asta, la cerimonia funebre per volere della Sovrana si terrà nella Cattedrale di Saint Paul e avrà la stessa impronta di quella tenuta per i funerali della regina madre e di Lady Diana, con tanto di onori militari.


Commenti   

 
0 #4 Brendan 2014-11-01 23:47
Hey there! I know this is kind of off topic but I was wondering which
blog platform are you using for this site? I'm getting tired of Wordpress because I've had problems with hackers and I'm looking at options for another platform.
I would be fantastic if you could point me in the direction of a good platform.


My web-site; www.reddit.com/r/GameGenerators/comments/27q33w/clash_of_clans_free_gems/: http://www.reddit.com/r/GameGenerators/comments/27q33w/clash_of_clans_free_gems/
Citazione
 
 
0 #3 Keeley 2014-07-07 19:28
Hi there, the whole thing is going perfectly here and ofcourse every one is sharing facts, that's in fact
excellent, keep up writing.

my blog download minecraft: http://minecraftm.com/
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2013-04-09 00:28
Ovviamente nessun personaggio storico è tutto un bene o tutto un male in assoluto, questo lo possono pensare solo gli assolutisti, ma a me piace pensare che, assistendo alla degenerazione attuale del capitalismo finanziario che da lei è generato, si sia fatta prestare un kalashnikov dal suo sodale Rambo e si sia sparata in testa per disperazione sulla base degli stessi principi che l'hanno tanto ispirata; una morte eroica di "ferro" che l'avrebbe di certo molto gratificata.
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2013-04-09 00:27
Iron Lady, si, se non fosse che nalla vita come nella politica il ferro serve pricipalmente per la catenella dei cessi e la forza serve principalmente per cacare;
Però si sa, era una cavallerizza dell'Irrazional ismo, un esempio tipico di temperamento sadico- anale, una degna compare di Rocky e di Rambo; lei e Reagan hanno distrutto la razionalità e le speranze del sistema keynesiano come costruzione collettiva in qualche modo supervisionata e diretta democraticament e, graduale, moderata e misurata, in cambio della rivalutazione degli istinti animali, della impulsività passionale nella genesi del progresso umano o di qualcosa che a questo assomigli; la animalità come forza dirompente e selvaggia che all'uopo
può fare anche sfracelli sociali, culturali, economici, perchè all'uomo sia sempre ricordata la nua qualità di essere intrinsecamente dipendente dalla Natura e dalle sue bizzarre ed imprevedibili evoluzioni e dunque sempre necessariamente trepidante per questo.
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna