Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

27/07/17 ore

STILE LIBERO

Roma, la "questione Rom" e il ritorno degli uomini soli al comando

Il tentativo del presidente dell'Associazione 21 Luglio Carlo Stasolla e del consigliere radicale Riccardo Magi di ripresentare il progetto dello scorso novembre (consistente in un non meglio identificato "ufficio di scopo" nelle sole mani del sindaco e di un suo delegato – chi sarà? - per gestire meglio la "cosa Rom" a Roma, azzerando assessorato, tavoli istituzionali e rappresentanza Rom regolarmente accreditata e prevista dalla "Strategia Nazionale d'Inclusione per Rom, Sinti e Caminanti", la quale si appresta, per via della sua straordinaria bellezza, a fare la stessa polverosa fine della nostra amata Costituzione) è talmente rocambolesco da meritare un approfondimento. di Camillo Maffia e Gianni Carbotti

Massolo: il terrorismo si combatte insieme. Gli 007 non sono uomini di un Impero perduto

La minaccia c'è ed è reale. Un terrorismo sempre più liquido e capace di mettere a segno azioni mirate, ha bisogno di un'Intelligence che sappia leggere le situazioni di rischio, sminando i rischi sul territorio. Lo dice a chiare lettere Giampiero Massolo, direttore del Dis, che nella sua lezione alla Link Campus University ha ripercorso gli attentati di Tunisi, Lione, Kuwait: tre individui compiono attentati simultaneamente senza essere attivati da un'entità centrale ma collegati in una 'rete virtuale' che colpisce in tre punti diversi. di Fabiana Petrillo

Mafia Capitale, la bizzarra “legalità” di Marino e sodali

Il sindaco Marino e i suoi allegri sodali hanno un bizzarro concetto della legalità: nei giorni scorsi l’amministrazione ha fatto a pezzi le baracche di 20 insediamenti abusivi in cui vivevano famiglie senza casa, perché il primo cittadino ritiene che l'illegalità sia intollerabile. Ora, davanti a 44 arresti in un Comune che rischia di essere sciolto per mafia (altri se ne aggiungono giorno per giorno), Marino risponde: "Noi andiamo avanti". di Camillo Maffia e Gianni Carbotti

  

- Trailer Dragan aveva ragione

Per una laica spiritualità, docufilm di Matteo Manzitti

Dal 30 maggio al 2 giugno ha avuto luogo a Modena  l’VIII edizione del  Festival "La città olistica", organizzata dal Conacreis, un’associazione nata per iniziativa di Lucia D’Arbitrio che durante una trasmissione notturna di Radio Radicale lanciò l’idea di riunire il mondo etico e spirituale italiano, coinvolgendo politici come Luigi Manconi, Livia Turco, Carlo Rognoni ed altri. di Giovanna D’Arbitrio

Per la riabilitazione storica e giuridica dei soldati italiani fucilati per disobbedienza o decimati nella guerra 1915/18

In una lettera del 12 settembre 2014 firmata da Albino Bizzotto dei Beati costruttori di pace con altri 10 preti ed indirizzata a papa Francesco, in occasione della sua visita a Redipuglia, il 13 settembre 2014, si afferma: «Migliaia e migliaia di soldati sono stati processati e uccisi perché si sono rifiutati di ubbidire a ordini contro l’umanità. Sono stati bollati come vigliacchi e disertori, per noi sono profetici testimoni di umanità e di pace, meritano di essere esplicitamente ricordati nella celebrazione della memoria».

Lo scandaloso stallo di Bagnoli

Se a Bagnoli siamo all’anno zero dopo 21 anni  dagli "indirizzi urbanistici"  del giugno 94, con i quali il sindaco Antonio Bassolino e l’assessore Vezio DeLucia prefigurarono la Città delle Meraviglie, e dopo 17 anni di amministrazioni di Sinistra (il settennato di Bassolino e il decennio della signora Iervolino, che ha gestito la BagnoliFutura per 8 anni cambiando presidenti e consigli di amministra zione a suo piacimento) vuol dire che qualcosa non ha funzionato. di Gerardo Mazziotti