Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/10/17 ore

RIMANDI

La sinistra e la “questione liberale” (*)

(*) da Quaderni Radicali n. 106 (speciale marzo 2011)

 

Che cosa si deve intendere per questione liberale?. E perché poi “La sinistra e la questione liberale”? Scriveva in un suo saggio sul Partito democratico Biagio de Giovanni:  “ … Per cultura liberale intendo la cultura del merito, dell’efficienza, della competitività, di una solidarietà non pelosa e assistenziale, di una distinzione-separazione fra le grandi concentrazioni di potere economico e bancario e la classe dirigente politica, di una scelta netta per una moderna democrazia liberale in grado di ridurre le torsioni illiberali della democrazia corporata italiana, la riduzione di una onnipresente sindacalizzazione, l’espansione di una cittadinanza attiva in una realtà piena di sudditanze, la chiara affermazione di diritti di libertà da vincoli corporativi che li stringono da ogni lato, una scelta occidentale non ambigua in un mondo che si divide e che chiede un nuovo senso di appartenenza … di fronte ai compromessi carichi di ambiguità che rischiano di rendere l’Italia un partner inaffidabile … “.

Parla il ministro francese per l’Uguaglianza: "Matrimoni per tutti"

Di seguito la traduzione di Sara Garbagnoli, dell'associazione radicale Certi Diritti, del testo che la ministra verde francese Cécile Duflot ha fatto pubblicare sul numero di Libération in edicola oggi.

La verità del dialogo e il bisogno di Maestri, Aldo Masullo firma ‘Piccolo teatro filosofico’

“Sono di fumo, ma non sono un fantasma. Il pensiero non è corpo di carne e ossa, ma non è inconsistente immagine. Il corpo potete bruciarlo, il pensiero no”. E’ uno dei passaggi del Dialogo tra Giordano Bruno e il Procuratore di Stato. Uno dei quattro dialoghi che compongono il nuovo libro del filosofo Aldo MasulloPiccolo teatro filosofico, Dialoghi su anima, verità, giustizia, tempo’, edito da Mursia (pp. 140, euro 14), da martedì in tutte le librerie.

Legge elettorale, Bonino: "lo stalking del Quirinale"

Vicepresidente del Senato, Radicale, donna. Arrabbiata per il "pessimo spettacolo" che stanno dando i partiti sulla legge elettorale e per le ingerenze del Quirinale.

In proposito, l'intervista di Emma Bonino a Il Fatto Quotidiano che qui di seguito proponiamo.

Tributi Italia, la radicale Bernardini prima e inascoltata a smascherare la truffa

Quattro interrogazioni parlamentari per fare luce sulla vicenda della società Tributi Italia spa: la prima del 3 luglio 2008, l'ultima del 25 gennaio 2011. La deputata radicale Rita Bernardini è stata la prima a sentire puzza di marcio sulla società incaricata di riscuotere i tributi locali in questi giorni oggetto d'inchiesta per un ennesimo caso di italico malaffare. (da Il Mattino del 4 ottobre 2012)

Enzo Tortora, a 25 anni dall’arresto suona ancora la fanfara a sostegno delle toghe

Dal giorno dell’arresto di Enzo Tortora sono trascorsi venticinque anni. Chiudendo il volume Applausi e sputi (Sperling & Kupfer ed.; pp. 521), che Vittorio Pezzuto ha dedicato alle due vite del presentatore (prima e dopo il 1983), affiora subito una considerazione. Quella vicenda ci appare sorprendentemente più coinvolgente di altri casi precedenti, molto più di quanto possa esserlo stato – per esempio – il caso Montesi nel 1978, ugualmente a un quarto di secolo dall’accaduto...(da Quaderni Radicali 102 - speciale novembre 2008)