Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

29/04/17 ore

Le Brevi

Job act, per Camusso l’art 18 resta totem inviolabile

La Cgil si è detta pronta a ragionare (e ci mancherebbe altro) sulla bozzAct di Matteo Renzi in tema di lavoro, ma su un aspetto comunque non transige e mettendono le mani avanti: l’articolo 18 non si tocca.

Regione Piemonte, le elezioni sono nulle

Il Tar del Piemonte ha accolto 'il ricorso principale' promosso da Mercedes Bresso contro il risultato delle elezioni regionali del 2010, per la presenza di una lista, i 'Pensionati per Cota', la cui presentazione era viziata da irregolarità.

Germania, alle elementari arriva l'ora di Islam

L'ora di religione amplia i suoi orizzonti, almeno in Germania. Per la prima volta, infatti, in alcune scuole pubbliche della regione tedesca dell'Assia si terranno lezioni di Islam agli alunni delle elementari.

Cannabis libera, negli Usa aprono i primi 'coffe shops'

Aprono in Usa i primi 'coffe shops', i locali dove si fuma marijuana 'per scopi ricreativi': dal primo gennaio 2014 negli States verranno infatti inaugurati i primi 'negozi' nello stato di Washington e in Colorado, dove l'uso di cannabis a fini ricreativi è stato legalizzato dopo il referendum dello scorso novembre.

Cina, stop al figlio unico e ai campi di lavoro

In Cina è il momento delle riforme storiche: dopo 30 anni il Comitato centrale del Partito Comunista (PCC) cinese ha deciso di mettere fine alla 'politica del figlio unico', adottata nel 1981 per tenere sotto controlla il paese più popoloso del mondo.

Siria, arrestata avvocata per i diritti umani

Arrestata alla periferia di Damasco la nota avvocata siriana per i diritti umani, Razan Zeitoune, vincitrice del premio Anna Politovskaya e di quello Sakharov del Parlamento europeo.

Nozze gay, la Croazia dice no

La Croazia, la cui popolazione è in larghissima maggioranza di religione cattolica, ha chiuso definitivamente le porte alle nozze gay, inserendo nella propria Costituzione la definizione del matrimonio come un'unione esclusivamente tra "un uomo e una donna".

Adozioni, la Russia dice sì all'Italia: "Non ha nozze gay"

Le adozioni di bambini russi saranno consentite solo all'Italia, che non riconosce le nozze gay. Lo ha dichiarato oggi il rappresentante del Cremlino per i diritti dell'Infanzia, Pavel Astakhov.

Velo islamico, Francia: sì al licenziamento

La corte d'appello di Parigi ha confermato il licenziamento "per colpa grave" di una dipendente che indossava il velo in un asilo privato, in barba alla sentenza della Cassazione che aveva annullato il provvedimento giudicandolo "discriminatorio".

Premio Sakharov, vince il libero pensiero della giovane Malala

Malala Yousafzai, la 16enne pachistana che ha sfidato i talebani per il diritto all'istruzione, ha ricevuto nell'emiciclo di Strasburgo dal presidente Martin Schulz il premio Sakharov, attribuito dal Parlamento Ue per la libertà di pensiero. In occasione del 25esimo anniversario del premio, sono stati presenti 22 precedenti vincitori.

Aborto,Usa: sì della Corte Suprema alla legge restrittiva

La Corte Suprema americana ha deciso di non bloccare l'attuazione della nuova legge sull'aborto in Texas - molto restrittiva - che ha già spinto decine di cliniche nello stato a non praticare più le interruzioni di gravidanza.