Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/12/17 ore

COSE RADICALI

Iran, l'Appello di Nessuno tocchi Caino al Premier Renzi

Nella recente visita in Italia del Presidente della Repubblica Islamica dell’Iran Hassan Rouhani e dagli incontri coi massimi rappresentanti della Repubblica Italiana è chiaramente emerso l’auspicio formale a stabilire più regolari relazioni politiche e diplomatiche e, ancor più chiaramente, l’interesse sostanziale a stabilire rapporti più propizi di cooperazione economica e commerciale tra i due Paesi. È invece rimasta del tutto coperta da un velo di reticenza (come quello steso sulle statue nude dei musei capitolini) la situazione indecente dei diritti umani nel regime dei Mullah che, per indicare una parte per il tutto, è da decenni in cima alla triste classifica dei primi “Paese-boia” del mondo e che ha stabilito il record assoluto di impiccagioni proprio quando il “moderato” Rouhani è diventato presidente.

Liste Radicali a Milano e Roma per elezioni amministrative 2016

Venerdì 1° aprile il segretario di Radicali Italiani Riccardo Magi, consigliere comunale a Roma, il presidente Marco Cappato, consigliere comunale e metropolitano a Milano, insieme a Emma Bonino, hanno presentato il simbolo delle liste elettorali e i punti programmatici per le elezioni amministrative di Roma e Milano.

 

Radicali: conferenza stampa di presentazione del simbolo delle liste per le elezioni amministrative di Roma e Milano (da Radio Radicale.it)

Staminali embrionali, l'Ass. Coscioni lancia una petizione per la libera ricerca

Il 22 marzo prossimo la Corte Costituzionale sarà chiamata a decidere sulla possibilità, oggi vietata in Italia, di utilizzare per la ricerca scientifica i pre-embrioni altrimenti destinati a rimanere crioconservati. Quella contro il proibizionismo e per la libertà di ricerca sulle staminali embrionali è la principale battaglia intrapresa da Luca Coscioni, il leader radicale malato di SLA morto dieci anni fa.

Comitato nazionale Radicali Italiani (5/7 febbraio 2016), la mozione generale approvata

Il Comitato nazionale di Radicali Italiani, riunito a Roma dal 5 al 7 febbraio 2016:

 

Ribadisce che lo stato di emergenza non puó costituire il baluardo dello stato di diritto, in un contesto globale nel quale le ragioni della sicurezza rischiano di derogare libertà e garanzie fondamentali. In particolare, il prolungamento dello stato d’eccezione voluto dal governo francese e le richieste di sospensione del trattato di Schengen, avanzato da alcuni paesi, compromettono lo stesso progetto federalista. La risposta alla minaccia terroristica e alle crisi geopolitiche è quindi rappresentata da politiche di governo comuni europee di difesa e d’intelligence, di accoglienza e integrazione e che perseguano tutela e rispetto dei diritti umani.

Per gli Stati generali delle Città e del Federalismo. Assemblea nazionale di Radicali Italiani

Mentre le crisi internazionali spingono il ritorno dei nazionalismi e delle frontiere chiuse, Radicali Italiani pensano che la dimensione della città - refrattaria ai confini rigidi, alle contrapposizione identitarie, alle pretese dirigiste e monoculturali - sia la dimensione dalla quale partire per proporre forme di autonomia, per l'affermazione delle libertà civili, dell'economia di mercato e della sostenibilità ecologica.

Da Natale a Capodanno, Partito Radicale nelle carceri con Pannella e Bernardini in visita ai detenuti

Natale e Capodanno in carcere per Marco Pannella, Rita Bernardini, dirigenti e militanti radicali, in visita alle persone detenute negli istituti penitenziari italiani e al personale, in una fitta agenda a partire dal 24 dicembre fino all’11 gennaio 2016.

Eutanasia, con Dominique Velati la disobbedienza civile dei radicali per una legge sul “Fine vita”

 “La gente è pronta, il palazzo no”, dice il radicale Marco Cappato nel giorno in cui si auto-denuncia insieme con Mina Welby e Gustavo Fraticelli per un atto disobbedienza civile, grazie al quale Dominique Velati ha potuto recarsi in Svizzera, con viaggio pagato fino a Berna, e ottenere il 15 dicembre scorso il suicidio assistito .

Aiuti di Stato in Veneto: esposto dei Radicali per i danni all'erario

Correvano gli anni ’90 del secolo scorso. La regione è il Veneto, quella del miracolo economico delle piccole e medie imprese all’insegna del piccolo è bello, ma anche di qualche aiutino non proprio a norma, che mise in guarda la Commissione europea, in particolar modo sulla vicenda degli aiuti di stato elargiti ad alcune imprese dell’area sub lagunare veneziana sotto forma di sgravi contributivi.

Stato di emergenza? Stato di Diritto! Conferenza stampa del Partito Radicale

Martedì 24 novembre si è tenuta la conferenza stampa (abbondantemente ignorata da carta stampa e televisioni italiane), promossa dal Partito Radicale “Stato di emergenza? Stato di Diritto!”. A seguito dei tragici fatti di Parigi e delle risposte che stanno venendo, a partire dalla Francia e dalla Russia, in termini di stato di emergenza e lotta al terrorismo con le richieste addirittura di pena di morte.

 

- Stato di emergenza? Stato di Diritto! conferenza stampa, del Partito Radicale (da Radio Radicale.it)

Giustizia, Corte Costituzionale, diritto umano alla conoscenza: Radicali in digiuno di dialogo

Dalla mezzanotte di venerdì 13 novembre 34 militanti in digiuno di dialogo con il Presidente della Repubblica e il presidente del Consiglio sugli obiettivi proposti da Marco Pannella e fatti propri dal Partito Radicale per: il completamento del plenum della Corte costituzionale; la cessazione delle violazioni alla Convenzione europea dei diritti dell’uomo e del diritto comunitario; una campagna dello Stato italiano in sede Onu per la transizione allo stato di diritto codificando - per affermarlo - il diritto umano alla conoscenza.

Per restituire la libertà alla scienza

Si celebra oggi in tutto il mondo la "Giornata Mondiale della Scienza per la Pace e lo Sviluppo". Questa ricorrenza vuole rimarcare l'importanza della scienza per la vita di ciascuno e assicurare che i cittadini siano tenuti informati sugli sviluppi nel campo della scienza, sottolineando il ruolo che gli scienziati giocano nell’ ampliare la nostra comprensione del pianeta dove abitiamo. di Filomena Gallo e Marco Cappato