Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

14/07/24 ore

La politica dell'oppositrice russa Elvira Vikhareva: ‘Come gli agenti stranieri hanno spaventato il regime di Putin’



(da MEMRI Middle East Media Research Institute)

 

Il 15 maggio 2024, il presidente russo Vladimir Putin ha firmato un disegno di legge che vieta agli "agenti stranieri" di essere "candidati, agenti dei candidati o osservatori durante le elezioni di tutti i livelli". Quando il 6 maggio la Duma di Stato ha votato questa norma, molti esperti si sono chiesti perché questa legislazione fosse stata introdotta così in fretta.

 

Il rinomato economista russo e consigliere speciale del MEMRI Russian Media Studies Project, Dr. Vladislav Inozemtsev, ha fornito la seguente spiegazione: "Presumibilmente, ciò è stato fatto perché all'inizio di marzo un gruppo di persone, me compreso, designate come 'agenti stranieri', hanno annunciato la loro intenzione di candidarsi alla Duma della città di Mosca alle prossime elezioni previste per settembre. 

 

Il gruppo, fondato e guidato dall'attivista liberale Elvira Vikhareva, che si era candidata senza successo alla Duma di Stato nel 2021, si è rapidamente espanso e ha presto raggiunto le 45 persone. La Duma della città di Mosca, che può presentare domanda per lo status di candidato in ciascuna circoscrizione elettorale della capitale, è composta da 45 deputati.

 

"Naturalmente, le possibilità di essere registrati sono rimaste basse poiché la maggior parte dei 'provocatori' risiede all'estero con poca intenzione di tornare in Russia per presentare la propria domanda alla Commissione elettorale di Mosca, cosa che può essere presentata solo di persona. Tuttavia, l'iniziativa ha ricevuto molta attenzione dai media liberali e sui social network, provocando una reazione prevedibile. 

 

Infatti, sono trascorsi meno di due mesi da quando è stata annunciata per la prima volta l'idea di candidarsi alla Duma della città di Mosca e da quando Putin ha firmato un disegno di legge che lo vieta '. Vale la pena notare che la legge non solo vieta agli "agenti stranieri" di candidarsi alle cariche elettive, ma stabilisce che tutti gli individui già eletti con questo status abbiano 180 giorni per contestare il loro status legale in patria. tribunale o a dimettersi dalle cariche ricoperte."[1]

 

Di seguito è riportata la traduzione di un articolo della politica dell'opposizione russa Elvira Vikhareva, intitolato "Come gli agenti stranieri hanno spaventato il regime di Putin", pubblicato dal Mosca Times il 6 maggio 2024.[2] Vale la pena notare che, nel 2023, Vikhareva ha riferito di essere stata avvelenata con sali di metalli pesanti.[3]

 

 

********** 

 

 

di Elvira Vikhareva

(da Mosca Times)

 

"Ci vedeva come una minaccia"

 

"La Duma di Stato nella sua sessione plenaria ha votato a favore degli emendamenti che vietano alle persone con lo status di agente straniero di partecipare alle elezioni a tutti i livelli come candidati.

 

"Quanti deputati ci sono alla Duma di Stato? Quattrocentocinquanta. Quanti dipendenti ci sono nell'amministrazione presidenziale? Più di 3.000. E poi c'è anche il governo, tutti i tipi di funzionari della sicurezza...

 

"E di tutti loro, nessuno escluso, a noi agenti stranieri non potrebbe importare di meno.

 

"Cioè, non è che li trascuriamo. No, li manipoliamo.

 

"Dopo tutto, che senso aveva nominare una lista di agenti stranieri alla Duma della città di Mosca? Eravamo guidati dal principio olimpico: la cosa principale non è la vittoria, ma la partecipazione. Abbiamo capito perfettamente: da dove verrebbe la vittoria se eravamo tutti di fronte a questo mostro, che non solo è feroce, ecc., ma anche urlante?[4]

 

"Quindi, l'abbiamo semplicemente preso in giro. E se l'è bevuta. Ci ha visto come una minaccia.”

 

 

"Abbiamo fatto tremare il regime"

 

"Vi svelo un segreto: non eravamo ancora riusciti a trovare 45 agenti stranieri per la Duma della città di Mosca. E con questa lista incompleta abbiamo comunque fatto tremare il regime.

 

"Lo stesso regime che è così sovrano, così potente. Lo stesso regime che si contorce dal dolore alla vista di un bicchiere di plastica.[5]

 

"Perché abbiamo fatto tutto questo? Perché abbiamo organizzato una campagna di pubbliche relazioni per la quale non abbiamo speso un solo centesimo?

 

"In primo luogo, dimostrare che lo status di agente straniero è una discriminazione. Smettetela di mentire sul fatto che questa è solo una targa su un post. È una negazione diretta dei diritti. Lishentsy.[6] E tutte le altre parole offensive. Per favore, è provato. Abbiamo il certificato, il sigillo. La dittatura si è strappata i pantaloni ed è corsa giù per la strada Peterskaya, The Tverskaya-Yamskaya![7]

 

"In secondo luogo, per mostrare la debolezza di questo regime. Non è necessario essere Evgenij Prigozhin e le sue truppe, non è necessario marciare su Mosca per spaventare tutti questi usurpatori. Non abbiamo nemmeno detto 'Buu!' ancora, e sono già saltati sotto la coperta con uno strillo.

 

"Ma c'è una terza cosa. E qui parleremo di tutta la nostra opposizione.

 

"Si è comportato bene da solo. Da qualche parte là fuori vengono uccise delle persone, e qui si discute furiosamente della questione dei seggi, si scrivono richieste su bellissimi moduli, si partecipa alle elezioni - voglio dire, alle 'elezioni'.

 

"No, ragazzi, basta così. Veniamo al punto della perdita grave.[8]

 

"Sì o no, bianchi o neri, con noi o con loro. È il momento di decidere. Cittadini, consegnate i vostri badge da deputati e mostratevi: siete politici o fate solo la fila per i mandati?

 

 

“Putin, non indugiare: firmalo"

 

"Se solo sapeste la tristezza che aleggia nei colloqui tra agenti stranieri adesso. Dopo tutto, molti si aspettavano seriamente che si sarebbero comunque candidati alle elezioni, che sarebbero comunque scivolati tra i rivoli di pioggia. No, no, questo è abbastanza. Prendiamo la vostra finale battaglia del bene contro la neutralità qui adesso.

 

"Non sono affatto 'addolorata'. Sono contenta. Contenta per questa chiarezza trasparente arrivata oggi in seconda e terza lettura.

 

"Putin, non tardare: firmalo [cioè, trasforma il disegno di legge in legge] – e non ce ne potrebbe importare di meno. Tu hai la repressione – ma noi abbiamo l'ingegno.

 

"Signore, quanto è bello sapere che non dobbiamo più vivere nella speranza, che è un sentimento stolto.

"'Al risveglio con una luce intensa,

"'Vediamo: lo sfortunato è arrivato,

"'Come una cometa nel cielo che splende così luminosa,

"'Come un radioso araldo di sventura.'

 

"(Georgij Ivanov, 1950)”[9]

  

___________________ 

 

 

[1] Vedi MEMRI Daily Brief n. 601, La nuova legge russa sugli "agenti stranieri" annienta ogni parvenza di democrazia, 20 maggio 2024.

 

[2] Moscatimes.ru/2024/05/06/kak-inostrannie-agenti-napugali-putinskii-rezhim-a129972, 6 maggio 2024.

 

[3] Meduza.io/en/news/2023/03/24/moscow-opposition-politician-elvira-vikhareva-reports-she-was-poisoned-with-heavy-metal-salts, 24 marzo 2023.

 

[4] Riferimento da Viaggio da San Pietroburgo a Mosca di Aleksandr Radishchev: "Un mostro cupo, selvaggio, gigantesco, dalle cento bocche e urlante". Le parole sono generalmente considerate la rappresentazione di Radishchev della Russia zarista.

 

[5] Nel 2019, il presidente russo Vladimir Putin ha affermato che le autorità russe avevano ragione a incarcerare i manifestanti per aver lanciato bicchieri di plastica contro la polizia durante le manifestazioni antigovernative di massa a Mosca. Themoscowtimes.com/2019/12/11/it-starts-with-a-cup-ends-with-a-shooting-3-putin-quotes-on-human-rights-a68556, 11 dicembre 2019.

 

[6] I "Lishentsy" erano persone prive di diritti civili, o meglio "privati" (il significato letterale della parola lishentsy) nella Russia sovietica dal 1918 al 1936. Vedi: Stalin's Outcasts: Aliens, Citizens, and the Soviet State, 1926-1936. Golfo Alexopoulos, Ithaca, New York: Cornell University Press, 2003. Pp.xi+243

 

[7] Linee iniziali della canzone popolare russa Giù per la via Peterskaya. Vedi: Accordeonworld.weebly.com/piterskaya.html.

 

[8] Riferimento a una poesia di Boris Pasternak "Avrei dovuto sapere che sarebbe successo questo." Vedi: https://linguafennica.wordpress.com/2016/02/23/i-should-have-known-that-this-would-happen-о-знал-бы-я-что-так-бывает-boris- pastorale/

 

[9] Vedi la poesia originale di Georgy Ivanov, culture.ru/poems/24590/etoi-zhizni-nelepost-i-nezhnost

 

"Se siete politici, anche senza lo status concesso da Vladimir Putin, porterete benefici alla gente. Ho un progetto chiamato 'Reception'. Senza alcuno status, parlo con le persone, le aiuto, risolvo i loro problemi. E tu di cosa sei capace senza una sedia comoda?

 

 

(da MEMRI Middle East Media Research Institute)

 

- La nuova legge russa sugli “agenti stranieri” annienta ogni parvenza di democrazia (Agenzia Radicale)

 

 


Aggiungi commento