Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/12/18 ore

La via greca per il governo del “cambiamento”



In certi casi, nel dubbio, si grida al complotto. Per i 5 Stelle è un classico. Complottisti quando erano all'opposizione, figuriamoci ora che sono al governo. E il pasticcio infinto sul "Decreto dignità" ci offre conferma.

 

Sul banco degli imputati sono finiti i tecnici del Ministero dell'Economia e della Ragioneria Generale dello Stato, rei di aver avallato le stime dell'Inps sulla perdita di posti di lavoro – circa 8mila – che potrebbe derivare dall'applicazione della riforma sui contratti a termine voluta da Luigi Di Maio sotto la dettatura della Cgil.

 

Si tratta di una previsione tutta da verificare, secondo Tito Boeri addirittura ottimistica, inserita inopinatamente nella relazione tecnica che accompagna il fiore all'occhiello di questo complicato esordio grillino alla guida del Paese.

 

L'atto di autolesionismo – come è noto – ha innescato grosse polemiche, accrescendo l'insofferenza dei dioscuri contro chi non si allinea tra i cosiddetti burocrati ostacolando il “cambiamento”. Il Presidente dell'Inps è tra questi: nemico pubblico numero uno sul fronte Legge Fornero e migranti, non piace soprattutto a Matteo Salvini, che vorrebbe sostituirlo prima della scadenza del mandato al vertice dell'Istituto.

 

Nonostante il comune intento formale, qualche problema lo dà anche Giovanni Tria, non proprio in sintonia su tempi e modi di messa in pratica del programma economico sottoscritto con il famigerato “contratto”.

 

Ci vorrebbero infatti persone più “accomodanti” per concretizzare le tante promesse elettorali, facendo credere che tutto fili liscio. Ci vorrebbe un bel po' di quel “negazionismo economico” di cui parla oggi Boeri, per far andare in porto, qui e ora,  reddito di cittadinanza, flat tax e abolizione della Fornero, senza scassare i conti dello Stato.

 

Un modo insomma ci sarebbe. Ce lo insegna la Grecia. E sappiamo pure com'è finita... (A.M.)

 

 


Commenti   

 
0 #3 ilSocialista 2018-07-16 17:33
per quanto riguarda Boeri, esprime l'arroganza di certi professori ben foraggiati da determinati centri di potere finanziario che presuppongono un valore superiore della "tecnica", vista sempre da un certo punto di vista, che invece non ha senso; la economia non è una scienza esatta e ogni statistica esprime alcuni aspetti della realtà ma nessuna verità assoluta per cui non esista controprova; ergo da negare non c'è l'economia in sè ma semplicemente la sua interpretazione politica e di parte dei dati, interpretazione chè è opinabile alla luce di interessi differenti come lo è qualsiasi altra.
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2018-07-16 14:40
alla fine nella Storia succede sempre che i propri disoccupati interni premono e magari premono più di quanto possano premere in senso opposto delle elites che di sicuro dal libero commercio ci guadagnano; ed il tentativo di "buttare i disoccupati nel campo avverso" fa succedere regolarmente che tra paesi finisce a schifio. Il processo è alquanto banale ed è solo all'inizio.
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2018-07-16 14:39
un default dell'Italia non sarebbe come quello della grecia; avrebbe ripercussioni sistemiche terrificanti, altro che Lemann;
ma l'Italia è solo uno dei possibili punti di crisi del sistema monetarista-lib erista; il deficit pubblico americano è altrettanto pesante e a questo si somma il deficit commerciale di 53 miliardi; Trump sta disperatamente cercando di differire la resa dei conti tra dazi alla cina, minacce alla germania (l'europa è "il nemico") riavvicinamenti alla russia che è vista a ragione come l'unico paese che non minaccia l'economia americana; l'utopia stupida che il libero commercio si equilibri da solo sta venendo alla frutta;
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna