Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

27/04/17 ore

Continuano le narrazioni di Renzi



Renzi ha un bel fare la sua "narrazione"... Noi diversi, noi non vogliamo la prescrizione – paradossalmente  anche Bertolaso non la vuole se è per questo - Noi qui... Noi là... Il fatto è solo uno: l'emendamento pro-Total quando era nella legge specifica fu respinto; Realacci (del PD anche lui) se ne accorse e lo bloccò.

 

In seguito quell'emendamento (evidentemente giudicato negativamente) è poi ricomparso dentro la sterminata serie di commi della legge di stabilità, tanto da risultare "occultato" anche ai deputati più esperti. Per di più sulla legge di stabilità fu posta la fiducia bloccando ogni esame: il pacco si prende così com'è, senza aprirlo.

 

Alla maniera dei raggiri così ben interpretati da Totò. Solo che adesso Renzi rischia di non fa ridere, perché questo è solo l'ultimo di una serie di espedienti che sembrano più utili a costruire sistemi di potere che a governare i problemi.