Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/08/17 ore

La non vita di Elisa, aspettando una legge sul Biotestamento



«Vorrei che ci fosse una legge che stabilisca che dopo un certo periodo, dopo anni in cui la situazione diventa definitiva ci sia la possibilità di una morte dignitosa. Ma la legge non ci tutela». A parlare - intervistato dal 'Giornale' - è il padre di Elisa, da 12 anni tenuta in vita artificialmente, dopo un incidente stradale che le ha causato danni irreparabili al cervello.

 

La storia evoca un altro caso eclatante, quello del calvario di Eluana Englaro e della battaglia del padre Beppino. Da allora sono passati anni e manca ancora una legge che disciplini situazioni di "non vita", di sofferenza, di nulla – come afferma il genitore di Elisa, chiedendo allo Stato di “fare qualcosa per liberare queste persone".

 

Intanto, “nonostante la legge sul biotestamento sia passata alla Camera a furor di popolo, ora giace in Senato" e rimandata a settembre… "Alla politica il dramma di Elisa non interessa, ci sono altre priorità rispetto al dolore dei malati”, afferma Filomena Gallo dell'Associazione Luca Coscioni, chiedendo "un’assunzione di responsabilità ad un legislatore che se avesse volontà politica approverebbe immediatamente una legge che gli italiani aspettano da troppo tempo”.

 

 


Commenti   

 
0 #3 ilSocialista 2017-07-28 09:30
se a questo si aggiunge la evidente decomposizione della politica americana dove Trump è in lotta perenne conflitto con se stesso, i suoi collaboratori, il suo partito in una sterile lotta di tutti contro tutti ed è ormai evidete cbe non potrà combinare una benaamata mazza in tutto il suo mandatro, si capisce l'abisso di crisi economica, morale, politica in cui versa l'occidente
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2017-07-27 15:08
si deve essere consapevoli però che alla origine del male che decompone l'europa c'è sempre il monetarismo-lib erismo, la bizzarra versione di capitalismo che impera in questa epoca che intrinsecamente tende ad accentuare squilibri e conflitti senza offrire modalità agevoli di composizione
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2017-07-27 14:55
la vicenda penosa di Macron e della sua Grandeur antitaliana fuori tempo, dimostra soprattutto il grado di putrefazione dell'Europa; un circolo di paesi che si fanno la bella faccia formale per poi cercare di salvarsi il culo per conto proprio sgomitando con gli altri; e il guaio è che l'esigenza generale di salvarsi il culo sussiste concretamente data la politica strettamente deflattiva e mercantilista della Germania, la stagnazione economica e la disoccupazione che sono ormai in europa e non solo un dato strutturale decennale; sarebbe ora di una presa di coscienza onesta ed una decisione definitiva sulla europa in senso di un suo avanzamento decisivo oppure un suo sciogimento dignitoso; la alternativa è una logica lenta, inesorabile e indegna decomposizione
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna