Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

18/12/17 ore

Carcere, quel trend che cresce



La tendenza c'era ed era stata registrata. Tant'è che l'associazione Antigone ne aveva dato conto in un rapporto dal titolo eloquente: “Torna il carcere.

 

Ora c'è il sigillo confermativo dei dati aggiornati a fine giugno, messi a disposizione dal Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria: su 50.241 posti regolamentari, risultano 56.919 detenuti. In una parola, sovraffollamento, che più volte ha visto il nostro Paese nel mirino della Corte europea dei diritti dell'uomo.

 

Nel complesso sono quasi 7000 i detenuti – diciamo – in esubero. Da gennaio sono oltre 2.300 in più. Il rischio concreto è – come denunciato da da anni si batte per una condizione di detenzione dignitosa – che si torni a quei livelli insostenibili che hanno portato l'Italia alla condanna “per tortura e trattamenti inumani e degradanti”.

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna