Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/12/17 ore

Dimartedì c'è Tele 5 Stelle



La sfida televisiva mancata fra Renzi e Di Maio,che occupo' le pagine politiche dei giornali un mese fa, ha avuto il suo degno epilogo ieri, proprio come desiderava lo staff della comunicazione dei 5 Stelle: un bel tête-à-tête Di Maio-Floris fra tanti applausi, ovazioni e lodi lodi...

 

Del confronto con la terna di giornalisti “agguerriti”, che stava caratterizzando negli ultimi tempi le interviste nel programma di La 7 diMartedì, nemmeno l'ombra.

 

Il cosiddetto candidato premier grillino si è così prodotto nel consueto monologo elettorale, intervallato da timidi contrappunti del bravo presentatore, mentre sullo sfondo venivano inquadrati Belpietro, Sallusti e Andrea vanity Scanzi, insieme con la sportiva Ilaria D'Amico. Non era previsto un loro intervento in contraddittorio. La scaletta imponeva l'ascolto in religioso silenzio, nell'attesa di scagliarsi sulla preda Boschi e il caso Banca Etruiria, nel successivo blocco del talk tv.

 

Per Di Maio alla fine è andata tutto secondo i piani di Rocco Casalino, inquadrato sul finire mentre gridava “bravo bravo....”. Quest'ultimo ne ha fatta di strada dai tempi gloriosi del Grande Fratello e della scuderia di Lele Mora

 

Da cavallo di razza, ora gli consentono di ordinare a piacimento il palinsesto nella televisione dell'editore del quotidiano della borghesia italiana. Si stenta a crederlo, ma questo è... (red.)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna