Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

26/01/22 ore

Per ridare Voce ai repubblicani



La Voce Repubblicana, un giornale per la libertà e la democrazia: il libro di Giancarlo Tartaglia ha dato lo spunto per incontrarsi e discutere con quanti da lettori o da giornalisti hanno vissuto l’esperienza del quotidiano del partito che fu di Ugo La Malfa e Giovanni Spadolini.

 

Non un’operazione nostalgia o una riunione di reduci” – come ha sottolineato l’autore del volume –  l’evento, organizzato dalla Lega italiana dei diritti dell'uomo (Lidu) presso la sede di piazza d'Ara Coeli a Roma, ha inteso offrire spunti interessanti sulla necessità di ridare vigore a un’area politico-culturale che nell’ultimo ventennio ha perso, nella diaspora, visibilità e forza di incidere nel dibattito politico.

 

Esiste – come ha rilevato il presidente della Lidu, Alfredo Arpaia - “un patrimonio di valori e di idee da trasmette”, in un paese che vive una crisi profonda della politica, ingessato com’è in un paradossale sistema dove una partitocrazia senza i partiti la fa da padrona.

 

Una stato delle cose che ha sicuramente contribuito a segnare – crisi dell’editoria nel suo complesso a parte - il destino della stampa di partito, oggi non più in grado di ripercorrere i fasti di una passato glorioso come quello della Voce, vissuto da protagonista nel rappresentare le idee repubblicane, anche nel ruolo di "grande scuola di politica e di giornalismo". (A.M.)

 

 

Presentazione del libro La Voce Repubblicana di Giancarlo Tarataglia (Audiovideo Quaderni Radicali Tv)

 

 


Aggiungi commento