Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

23/11/17 ore

Terza edizione della “Notte Nazionale del Liceo Classico”



Il prossimo 13 gennaio si svolgerà la terza edizione della "Notte Nazionale del Liceo Classico", iniziativa nata da un'idea del prof. Rocco Schembra, docente del Liceo “Gulli e Pennisi” di Acireale, che si è posto come obiettivo quello di avvicinare la popolazione italiana ad una realtà formativa da molti considerata ancora, erroneamente, “antica”. E che, al contrario, propone agli studenti un percorso estremamente diversificato e vitale, in linea con i tempi seppur sempre fedele alla tradizione, in termini di contenuti e naturalmente di qualità.

 

L'evento prevede l'apertura al pubblico, dalle 18.00 alle 24.00, degli istituti che aderiranno: si potrà assistere a dibattiti, spettacoli teatrali, letture, presentazioni, mostre e degustazioni, ovviamente con l'attiva partecipazione dei ragazzi.

 

La manifestazione si rivolge non soltanto, quindi, agli alunni già iscritti e alle loro famiglie, ma anche all'intero territorio e agli studenti delle scuole medie, in procinto di scegliere il proprio indirizzo futuro, con lo scopo di mostrare in maniera concreta le potenzialità reali di questa specifica tipologia di formazione: l''apprendimento, lo studio, la conoscenza profonda delle nostre radici culturali sono tutt'altro che un mero esercizio mnemonico nell'applicazione di regole grammaticali per tradurre testi ormai “morti”. Sono un'opportunità preziosa per risalire alle nostre origini e interpretare coscientemente il presente, passando attraverso il fascino di letture inimitabili e la comprensione di filosofie di pensiero capaci di strutturarci come individui per il resto della vita. E se questo non bastasse (ma basterebbe), l'attuale realtà scolastica all'interno di questa tipologia di licei prevede anche l'apprendimento delle lingue (quelle “vive”), una preparazione solida nel campo dell'informatica, e molto altro.

 

Nel contesto dell'iniziativa del prossimo 13 gennaio, all'interno delle scuole vi saranno piccole rappresentazioni teatrali (inedite o tratte da classici, greci, latini, italiani, stranieri), interventi in merito ai viaggi di istruzione, alle attività di alternanza scuola/lavoro, agli scambi culturali organizzati dalle scuole. Poi visite guidate ai musei interni (laddove presenti) e ai laboratori e ai vari ambienti didattici, manifestazioni canore. E, naturalmente, uno spazio speciale verrà dedicato al "simposio", con offerta di cibi che richiamano l'Antichità e momenti di riflessione con spunti di attualità. Dal 2014, anno della prima edizione, le adesioni dei licei all'iniziativa sono più che raddoppiate, passando da 150 a 360. Una vetrina per chi è orgoglioso della propria scelta. Un'opportunità per chi è interessato, indeciso o anche semplicemente curioso.

 

Regina Picozzi


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna