Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

14/07/24 ore

Rodeo, di Lola Quivoron. Un film pluripremiato


  • Giovanna D'Arbitrio

Presentato a Cannes nel 2022, sezione Un Certain Regard, dove ha vinto il prestigioso Premio Coup de coeur della Giuria, il film Rodeo, dell’esordiente regista francese Lola Quivoron, ha poi partecipato ad altri a festival, a Reykjavík, Siviglia, Vancouver e Torino, ottenendo premi ovunque.

 

Rodeo racconta la storia di Julia (Julie Ledru), una ragazza che vive in un quartiere popolare: appassionata di motocross, fiera e indipendente, entra nel giro dei rodei urbani, cioè corse clandestine di motociclisti, un  mondo essenzialmente maschile del "cross bitume", consistente nell'eseguire spericolate acrobazie su un lungo tratto di asfalto. Purtroppo per un incontro casuale finisce poi con il farsi coinvolgere in un pericoloso giro di furti di moto.

 

Sceneggiato dalla stessa Quivoron con Antonia Buresi, Rodeo è senza dubbio molto coinvolgente, una continua scarica di adrenalina per gli spettatori. Senz’altro un film particolare, definito come un mix tra Titane e Fast and Furious, nato da un preciso bisogno della regista. “Il film ha origine in un desiderio di vedere un giorno una giovane donna impennare con una moto - ha affermato Lola -.

 

Amo osservare una comunità chiusa e codificata e scoprire come rompere quell’ordine (…). Per me Rodeo è un film epico, sur-naturalista. Nasce dall’incontro con una comunità che seguo da anni: la Dirty Rider Crew, di cui spesso ero l’unica ragazza. In quell’ambiente spesso le donne guardano le gare dal ciglio della strada. Anche per questo ho dato vita al personaggio di Julia, perché risponde al desiderio di vedere realizzato il sogno di entrare a far parte di una comunità”

 

Notevoli cast (includente Julie Ledru, Yannis Lafki, Antonia Buresi, Cody Schroeder, Louis Sotton, Junior Correia, Ahmed Hamdi, Dave Nsaman, Mustapha Dianka, Mohamed Bettahar, Chris Makodi, Gianni Caira), fotografia di Raphaël Vandenbussche, musiche di Kelman Duran

 

Nata a Parigi nel 1989, Lola Quivoron ha studiato lettere moderne ed ha poi conseguito un master in cinema. Nel 2012 venne ammessa alla Fémis, dipartimento cinema. Il suo film Fils du loup (2015) è stato premiato a Locarno nella sezione “Pardi di domani” – Concorso internazionale. Au loin, Baltimore (2016) è il suo film di diploma.

 

Ecco il trailer del film Rodeo (da Coming Soon).

 

 


Aggiungi commento