Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

01/03/24 ore

The Forgiven, di John Michael McDonagh. Tratto dal libro omonimo di Lawrence Osborne


  • Giovanna D'Arbitrio

Scritto e diretto da John Michael McDonagh, The Forgiven è tratto dall’omonimo romanzo di Lawrence Osborne e racconta la storia di una ricca coppia anglo americana, David (Ralph Fiennes) e Jo Henninger (Jessica Chastain).

 

Il libro, tradotto in italiano con il titolo Nella Polvere, viene così descritto dalla casa Editrice Adelphi: “In un antico villaggio marocchino, trasformato in buen retiro di lusso da una coppia di cinquantenni gay – l’americano Dally e l’inglese Richard –, sta per andare in scena lo sfarzoso party che ogni anno richiama decine di ospiti facoltosi. Un baccanale di tre giorni durante i quali, sotto lo sguardo venato di disprezzo e di invidia insieme del personale, è destinato a consumarsi ogni tipo di eccesso. Tutt’intorno, montagne sfregiate dai cercatori di fossili, strade su cui la polvere si deposita «con la leggiadria gravitazionale di una massa di piume» e oasi abitate da gente di una nobiltà «minacciosa e fluida». Quando l’auto di David e Jo, diretti alla festa, investe e uccide un giovane del posto, si innesca una catena di eventi che porterà i due a fare i conti con i propri pregiudizi, colpe e desideri più segreti. Ma a chi spetta perdonarci per consentirci di ricominciare? E, soprattutto, il perdono e la giustizia sono davvero possibili? Osborne conosce bene la risposta, ma trascina rapinosamente il lettore fino all’ultima riga prima di svelargliela”.

 

Il film segue la trama del libro raccontando le vicende di David, un medico alcolista, e Jo, autrice di libri per bambini che non scrive più da anni: partiti da Londra, arrivano in Marocco per partecipare ad una festa nella villa del loro amico Richard (Matt Smith) e del suo amante Dally Margolis (Caleb Landry Jones).

 

Dopo aver pranzato e bevuto troppo, David si mette alla guida della sua auto per recarsi al party, ma litigando con Jo e correndo di notte a tutta velocità, perde il controllo e sbanda quando appaiono all’improvviso due ragazzi del posto e così purtroppo uno di loro, Driss (Omar Ghazaoui), viene travolto ed ucciso. In preda al panico David e Jo caricano il corpo sull’auto e continuano il loro viaggio verso la villa di Richard, sperando che l’amico possa aiutarli.

 

Nonostante tale tragedia la festa continua senza sosta, ma il padre di Driss, Abdellah (Ismael Kanater), arriva per reclamare il corpo di suo figlio e chiede a David di accompagnarlo al suo villaggio per dargli una degna sepoltura. Dopo un viaggio di due giorni, arrivano alla casa di Abdellah, situata tra le montagne dell'Atlante, dove la sua famiglia si guadagna da vivere cercando fossili e vendendoli a ricchi occidentali.

 

Pur negando ogni responsabilità per l'incidente, David gradualmente impara ad apprezzare l’umiltà e dignità dell’uomo. Nel frattempo Jo invece, rimasta nella villa, ha una breve relazione con un altro ospite, Tom (Christopher Abbott) . 

 

Nel film il regista, nonché sceneggiatore, abilmente si destreggia tra colpi di scena inaspettati, confronti tra Oriente e Occidente, mancanza di senso di responsabilità e arroganza di un certa classe sociale colonial-decadente che festeggia per giorni tra alcolici e droghe, mentre il corpo di un ragazzo giace in garage tra l’indifferenza di tutti e il supporto della corruttibile polizia locale. 

 

Il titolo originale del romanzo, e anche del film, The forgiven, ossia Il perdonato, pone al centro del discorso il tema del perdono, un tema che sollecita molte riflessioni (insieme a quello della giustizia), magistralmente interpretato da Ralph Fiennes, in particolare durante il viaggio rivelatore attraverso il deserto con il padre della vittima che pretende almeno una degna sepoltura per il figlio. Notevoli fotografia di Larry Smith e musiche di Lorne Balfe.

 

Fratello maggiore del più noto regista Martin McDonagh, John Michael ha scritto e diretto i seguenti film: Un poliziotto da happy hour (The Guard) (2011), Calvario (Calvary) (2014), Crazy Dirty Cops (War on Everyone) (2016)

 

Ecco il trailer del film (da FilmIsNow Trailer & Clip in Italiano)

 

 


Aggiungi commento