Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

09/12/19 ore

Green Hill, affidati i primi beagle: per loro ‘vacanze romane’


  • Serena Guerrera

Sono su un vagone di prima classe i sei beagle, due adulti e quattro cuccioli, che stanno per arrivare nella Capitale per essere accolti e adottati – finalmente - da una vera famiglia. Basta sofferenza. Inizia per loro una nuova vita.

 

Dopo lunghe battaglie i cani sono stati liberati dal lager Green Hill (la nota azienda di Montichiari, sequestrata la scorsa settimana dal Corpo Forestale dello Stato, che allevava cani beagle per i laboratori di vivisezione). I cani erano costretti esclusivamente alla vita nelle gabbie, i loro occhi abituati solo ad una luce artificiale, le loro zampe non avevano mai toccato l'erba. Ora, per i cuccioli tratti in salvo arrivano coccole, croccantini e cure amorevoli.

 

Le loro pene hanno commosso molte persone, scatenato l'ira di molti animalisti, che sin da subito hanno fatto di tutto per salvare i cani dal canile lager. Oggi tra i cuccioli la prima ad essere stata adottata è Vegan, un nome non scelto a caso: una mamma “ex fattrice” ora in dolce attesa. A prendersi cura di lei ci penserà Giuliano Floris, esponente del Coordinamento 'Salviamo i cani di Green Hill', che si è mostrato emozionato prendendo in braccio la sua cucciola.

 

Anche Michela Brambilla, presidente della Leidaa (Lega Italia Difesa Animali e Ambiente), particolarmente sensibile ad attiva per la chiusura di Green Hill, si è dichiarata soddisfatta: “oggi è una giornata particolare e indimenticabile: per i beagle significa libertà, per me ha il significato di una promessa mantenuta".

 

Sono circa 2400 i beagle in cerca di casa. Per chi volesse adottarne uno la procedura è semplice, basta compilare un modulo che si trova on line sul sito della Lav, di Legambiente o delle altre associazioni di “Sos Green Hill”. Le candidature raccolte saranno poi inoltrate a Legambiente e Lav, che si occuperanno in seguito della selezione delle persone idonee all’affido temporaneo dei cani.


Commenti   

 
0 #1 franco 2012-08-02 22:44
LA COSCA DEI BLA ,BLA, BLA E DEI QUAQUARAQUA!
gli umani sanno essere i + abietti contro ogni forma di vita, tutte con diritti e pari dignità
la storia è piena di infamie compiute anche contro l'uomo, da parte di ogni forma di potere, soprattutto quello religioso, come dimostrano certi orrori in pseudo religioni degenerate, anche nei nostri giorni.
gli unici pochi interventi, x una minima protezione agli animali, sono venuti in particolare dalla ministra Brambilla, che come in questo caso, ha esercitato il suo determinante intervento.
di certo non dai tangentari sinx...zi, pur riciclati-rotta mati-camuffati, continuano a mantenere il loro DNA ideologico-dege nerato, di totale disprezzo x ogni forma di vita!
non di - i loro reggi code, a parte le sceneggiate senz'alcun costrutto della cricca farisaica radicale e i verdi logorroici, loro compagni di merende!
LIBERIAMOCI DA TUTTO QUESTO INETTO-IMMONDO PATTUME nARCOCOSTITUZIO NALE!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna