Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

22/10/20 ore

Giustizia e carceri, Italia sotto la lente europea



Radicali denunciano:

"Governo nasconde la realtà"

 

L’Italia è lo Stato europeo con il maggior numero di condanne – dopo la Turchia - per violazione della Convenzione europea dei diritti dell’uomo: oltre 2.000 sentenze della Corte di Strasburgo, in particolare per irragionevole durata dei processi e condizioni carcerarie; con il maggior numero di sentenze della Corte di Strasburgo non eseguite; con il maggior numero di condanne per irragionevole durata dei processi; con il più alto tasso di sovraffollamento delle carceri dopo la Serbia.

 

In merito all’emergenza giustizia, il 24 settembre il Comitato dei ministri (organo decisionale del Consiglio d'Europa), formato dai ministri degli Esteri dei 47 Paesi membri, valuterà quanto messo in atto dal Governo italiano in merito all'emergenza giustizia, alla luce della sentenza del 2009 (caso Sulejmanovic) che condannò l’Italia per violazione dell'articolo 3 della Convenzione ("Nessuno può essere sottoposto a tortura né a pene o trattamenti inumani o degradanti"), in quanto un detenuto nel carcere romano di Rebibbia ha condiviso una cella di 16,20 mq con altre cinque persone.

 

In vista di questo appuntamento, i Radicali hanno inviato a Strasburgo un dossier, a cura di Deborah Cianfanelli, con i dati che smascherano l’inefficacia dei provvedimenti finora adottati dal governo italiano.

 

“Abbiamo fornito al Comitato dei Ministri le informazioni sulla reale situazione italiana, che il governo gli aveva nascosto, e la documentazione che prova che il piano d'azione presentato dall'esecutivo non inciderà in alcun modo sulla sistematica violazione dei diritti umani a causa della bancarotta del sistema giustizia del nostro Paese”, ha spiegato nel corso di una conferenza stampa Mario Staderini.

 

Secondo i dati del Ministero della Giustizia, al 31 agosto i detenuti presenti nelle carceri italiane erano 66.271, a fronte di una capienza regolamentare di 45.568 posti, tuttavia “sulla questione dei posti regolamentari il governo si comporta da trecartaro”, ha denunciato Rita Bernardini, "a causa della mancanza di fondi per la manutenzione ordinaria e straordinaria, intere zone negli istituti sono chiuse, transennate, però restano nel computo della capienza regolamentare".

 

Bernardini ha fatto inoltre sapere che il ddl delega del governo in materia di depenalizzazione e decarcerizzazione, calendarizzato a marzo, oggi è ancora al palo: “la situazione è vergognosa e il fatto che lo Stato italiano agisca da criminale sembra essere un problema solo per noi radicali”.

 

"Noi abbiamo le armi della nonviolenza e del diritto, del praticare diritto, rispetto a una repubblica che aggrava la sua flagranza criminale rispetto alle sue leggi e alle più alte cariche istituzionali a eccezione del primo Presidente dalla Corte di Cassazione", ha detto Marco Pannella.

 

I Radicali chiedono dunque al Comitato dei ministri di adottare un provvedimento forte nei confronti dell’Italia, con l’indicazione dell’amnistia come soluzione da adottare immediatamente, e anche di valutare la sospensione dei rappresentati italiani dell’organo del Consiglio d’Europa. Tra le misure proposte anche la sospensione dell’esecuzione della pena in caso di sopraggiunto limite della capienza regolamentare. (fonte radicali.it)


Commenti   

 
-1 #2 franco 2012-09-22 21:17
ma questa cricca farisaica radicale, complice di tutte le iatture che hanno colpito nel modo peggiore questo sventurato paese, dalla sciagurata introduzione dell'€ da parte del governo bilderberghino Prodi e compari di loggia, fra gli altri la E.Bonino (v elenchi in rete) alla nomina degli ultimi presidenti della casta partitokratika e dell'attuale governo golpista liberticida di sicari delle mafie BCE FMI BILDERBERG, degenerato in questa subdola dittatura di polizia fiscale, pensano di parlare con dei MARZIANI oppure con ITALIDIOTI con il cervello spapolato dalla droghe! sponsorizzate da codesta malefica cricca x conformarsi alle direttive dei piani BILDERBERG ai loro assidui partecipanti alfine di potere depredare con + agio un popolo di decerebrati!
ORMAI IL VOSTRO SPORCO GIOCO E QUELLO DELLE POTENTI MAFIE MANDATARIE è SCOPERTO!
IL GIORNO DELL'IRA è SEMPRE + VICINO!
PAGHERETE TUTTO PAGHERETE CARO!

GRILLO FACCI SOGNARE!
Citazione
 
 
0 #1 franco 2012-09-22 20:46
QUESTA CRICCA FARISAICA MENTE SAPENDO DI MENTIRE!
la questione, come tutto ciò che viene a cadere nella demagogia tipica delle cosche sinix...ze, dalla casa, alla scuola, al lavoro, ecc., vengono solo cronicizzate e mai portate a soluzione!
non parliamo poi della mafia, che è congeniale al potere di gestione del potere politico da tutte le istituzioni e partiti canaglia di questo regime, ora fatto degenerare in questa subdola e feroce dittatura di polizia fiscale bolscevica!
regime golpista ai dictat delle mafie sioniste massoniche BCE FMI BILDERBERG; i reali DMONI BURATTINAI che dirigono con i loro dictat BURATTINI partiti canaglia, complici nei loro piani di predazione di ogni ricchezza del popolo e della nazione, in quanto i politici lestofanti hanno ceduto loro sovranità monetaria nazionale!
e finchè questo popolo di pecoroni si suicida invece di ribellarsi, non gliene può fregare di meno; altrimenti si, ma con i gulag!
AFFA.... LA CASTA!
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna