Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/10/17 ore

“L’abito delle mani”



“L’Abito delle Mani – viaggio nel mondo della guanteria in forma di racconto”, il libro di Franco Biancacci scaturito da un’idea di Alberto Merola, artigiano-imprenditore, ripercorre la storia dei guanti attraverso i secoli.

 

Partendo dalla loro origine leggendaria legata alla mitologia greca, il percorso si snoda poi attraverso i tempi citando nomi di grandi personaggi in numerosi campi, come storia, arte, letteratura, spettacolo e quant’altro. Il libro contiene anche una traduzione in lingua inglese ed è corredato da interessanti immagini che ne illustrano le trasformazioni estetiche e simboliche attraverso i secoli.

 

Nella scheda di presentazione del libro elaborata dalla casa editrice che lo ha pubblicato, la GBE / Ginevra Bentivoglio Editoria, si legge quanto segue: “L’autore riporta nel suo lavoro le celebri liaison che artisti e letterati hanno intrecciato con i guanti. Ci si imbatte, infatti, in prestigiose mani guantate dipinte dai maggiori artisti, da Tiziano a Mantegna, a Caravaggio, fino ad arrivare a De Chirico e al suo Canto d’amore, forse il più incisivo contributo sul soggetto guanto offerto dalla storia dell’Arte. Proseguendo il percorso, si possono incontrare personaggi del calibro di Cleopatra, Giovanna D’Arco e Oscar Wilde, oltre a numerosi altri nomi celebri che hanno attraversato i secoli e le mode con i guanti alle mani.

 

Particolare attenzione è dedicata alla Merola Gloves, società le cui radici, datate 1885, affondano nell’artigianato partenopeo. Il primo, Nicola Merola, fu esempio per fratelli e discendenti fino ad arrivare quattro generazioni più tardi ad Alberto Merola, odierna guida di un’azienda indissolubilmente legata anche a Hollywood e a Cinecittà. I guanti firmati Merola sono infatti stati indossati e in varie occasioni scelti personalmente, da molteplici dive e divi tra cui Audrey Hepburn, Rita Hayworth (in Gilda), Nicole Kidman, Kate Winslet (in Titanic), Tom Cruise e il nostro Alberto Sordi”.

 

Un libro interessante e gradevole da mettere in valigia nel partire per le vacanze.

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna