Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/10/17 ore

Maledetta Politica - Partito democratico, la fine senza fine



Tutto ebbe inizio con la candidatura alla segreteria di Michele Emiliano.

 

Poi si proseguì con la deriva barricadera e “rivoluzionaria socialista”, con tanto di foto dei tre “scissionisti” del Testaccio sotto l’egida del re dei rottamati Massimo D’Alema.

 

Seguì il give me five del giorno dopo col segretario uscente, preludio del contrordine all’insegna dell’armiamoci e partire, perché io resto e rilancio la candidatura.

 

Questa in sintesi la parabola levantina di una settimana tragicomica, da cui prendono spunto le riflessioni di Geppi Rippa, nella conversazione con Antonio Marulo in Maledetta Politica, sullo stato dell’arte nel Partito democratico.

 


 

Maledetta Politica - Partito democratico, la fine senza fine (Agenzia Radicale Video)