Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

20/09/18 ore

Consultazioni, l'elogio della lentezza



4 marzo – 4 aprile 2018. In un mese di chiacchiere sterili, il dibattito politico si è avvitato su se stesso. Con l'avvio delle Consultazioni al Quirinale non è previsto – almeno nell'immediato – un cambio di passo. Si naviga infatti a vista e nel buio.

 

Il fattore tempo che trascorre lento sarà quindi il protagonista, sperando che si trovi la soluzione al rebus maggioranza. E una certa nostalgia per lo sgangherato bipolarismo degli ultimi 20 anni pur affiora, se si pensa agli antichi e compassati riti della prima repubblica che tornano a farla da padroni, complice una legge elettorale indecente, ma anche la rapida democristianizzazione dei nuovi e presunti attori del cambiamento.

 

Il pellegrinaggio sul Colle – a quanto sembra – registrerà pertanto un primo giro a vuoto. Servirà a mettere nero su bianco quanto detto e ripetuto fino alla noia dai partiti in 30 giorni di campagna post-elettorale. Saranno le prime bozze, ma la pagina evocata da Sergio Mattarella nel discorso alla nazione di fine anno resterà per ora bianca.

 

Passeranno giorni, settimane..., i più pessismisti prevedono addirittura mesi di decantazione. Poi forse si formerà un governo. Ma sarà per sfiancamento. (red.)

 

 


Commenti   

 
0 #3 Vance 2018-04-08 04:02
I have checked your site and i've found some duplicate content, that's why you don't rank high in google, but there
is a tool that can help you to create 100% unique content, search for; boorfe's tips unlimited content

Review my web site ... CierraChief: https://ArielleSee.wix.com
Citazione
 
 
0 #2 ilSocialista 2018-04-03 17:49
dopodichè dei tagli fiscali mirati si possono fare e si deve dare sollievo ai poveracci che non possono pagare affitto e bollette, senza dimenticare che flat tax e reddito di cittadinanza sono in sè delle cagate pazzesche da rivedere.
Dopodiche c'è da rifondare la PA su base elettronica; un unico sistema informativo per tutto, dalla culla alla tomba, dove sia tracciato tutto, persino la riparazione di un rubinetto;
Chi riuscirà a fare questo, avrà un posto al Vittoriale accanto a vittorio Emanuale II.
Citazione
 
 
0 #1 ilSocialista 2018-04-03 17:40
data la carica di rinnovamento insita nel senso del voto, la democristianizz azione mi pare molto difficile; per quella ha già abbondantemente pensato Renzi che si è piazzato a feroce difesa del nulla; invece si dovrebbero mettere d'accordo su
un piano politico-econom ic reale, non sulle chiacchiere; se si vuole restare nell'Euro urge strangolare lo spread prima che sia lui a strangolarci; in questo senso il prestito forzoso è inevitabile; come dare l'oro alla patria in duri tempi bellici, visto che l'euro, per come ora confugurato è in realtà una guerra monetaria sorda e sordida fra nazioni; gli italiani devono riacquistaresi la quasi totalità del debito pubblico come in Giappone; che ha al 200 e rotti di debito ma della qual cosa cui non frega nulla a nessuno;
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna