Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/07/24 ore

Iran: ancora dieci prigionieri impiccati negli ultimi giorni



Quattro prigionieri sono stati giustiziati il 9 maggio in Iran per traffico di droga nella provincia di Semnan, nel nord del Paese. Uno dei giustiziati, la cui identità non è nota, è stato impiccato la mattina presto nel carcere della città di Semnan, hanno reso noto organi di informazione statali. Era stato riconosciuto colpevole del traffico di 70 kg di eroina.

 

Gli altri tre prigionieri – ha riportato l’agenzia ufficiale Fars – sono stati messi a morte nella prigione della città di Shahrud. Sono stati identificati come "A. S.", colpevole della detenzione e traffico di 2900 g di eroina, "M. Kh." e "H. R.", per detenzione e traffico di 3894 g di eroina.
Il 7 maggio tre persone sono state impiccate nella prigione centrale di Isfahan.


Secondo l’agenzia di stampa APA, i tre erano stati riconosciuti colpevoli di reati legati alla droga.
Sarebbero stati trovati in possesso di 77 kg di eroina e crack. Non sono note le generalità dei giustiziati.


Il 6 maggio tre prigionieri sono stati impiccati nella "Piazza della Libertà" di Kermanshah (Iran occidentale). Secondo l’agenzia di stampa statale ISNA tutti e tre erano stati riconosciuti colpevoli di omicidio, in due casi diversi.


Due dei prigionieri erano stati condannati per aver ucciso un uomo, per aver avuto rapporti "immorali" con la moglie dell'uomo e aver ricevuto 6 milioni di toman per uccidere il marito.
Il comunicato dell’ISNA non ha chiarito se la moglie della vittima sia stata condannata per adulterio e concorso in omicidio.


Il terzo uomo impiccato oggi era stato riconosciuto colpevole di aver ucciso una ragazza con una pistola. La ragazza, sostenuta dalla propria famiglia, si era rifiutata di sposare l'uomo, aggiunge l’Agenzia. Nessuno dei tre giustiziati è stato identificato.


"Piazza della Libertà" di Kermanshah è stata teatro di numerose esecuzioni pubbliche negli ultimi anni. (nessunotocchicaino – news)


Per saperne di più: (clicca)

 

 


Aggiungi commento