Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/07/24 ore

Hamas-Israele: informazione in occidente metafora dell'antisemitismo. Conversazione con Francesco Sisci di Giuseppe Rippa



In una intervista a Il Foglio Internazionale il filosofo francese Pascal Bruckner dice: “… Per una parte dell’opinione pubblica, poiché Israele è più forte, il criminale è necessariamente dal lato israeliano. È Davide contro Golia. Questo stato brutale, metafora dell’occidente colonialista, è il colpevole ideale. Tutto ciò che si rimproverava alla Francia, alla Gran Bretagna e alla Germania, viene rimproverato oggi a Israele…  La realtà, e in questo caso la verificazione dei fatti, non ha più alcuna importanza dinanzi all’ideologia. Nietzsche diceva: il contrario della verità non è la menzogna, è la convinzione…. 

 

Riletto nella fase attuale emerge come, in particolare una “certa” sinistra, quella benpensante e si fa per dire progressista, così come gli estremisti islamici e i fanatici pro palestinesi, parla questo linguaggio. 

 

“… Greta Thunberg - continua nella sua intervista Bruckner - ha diffuso su Instagram un post che evoca un “genocidio” a Gaza… Questa distorsione della realtà di una parte della sinistra è spaventosa. I pogrom del 7 ottobre hanno dato il via libera ai discorsi antiebraici e rivelato la profondità assoluta dell’antisemitismo. Un antisemitismo che corrompe le menti apparentemente più neutre e più equilibrate…”.

 

“Un cortocircuito pericolosissimo sta esplodendo nel cuore dell’Occidente. Accende le fiamme di un incendio che può divampare in un inferno e bruciare tutta l’anima dell’umanità - scrive Francesco Sisci, giornalista, accademico e analista politico - … Si possono criticare le azioni del governo di Israele, si può difendere la causa dei palestinesi nel territorio controllato da Israele. È legittimo… Diverso usare queste critiche, giuste o meno, per chiedere la fine dello Stato di Israele e sdoganare il verme velenoso restato seminascosto per decenni, quello dell’antisemitismo…”.

 

Cosa fa l’informazione occidentale, quale è il comportamento della stampa italiana, a cosa si affidano giornali e televisioni nel dare notizie? … Di questo ha discusso con il prof. Sisci il direttore di Agenzia Radicale e Quaderni Radicali Giuseppe Rippa

 


- Hamas-Israele: informazione in occidente metafora dell'antisemitismo. Conversazione Sisci / Rippa

(Agenzia Radicale Video)

 

 


Aggiungi commento