Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

13/12/19 ore

Il 17 settembre Israele torna al voto dopo pochi mesi



Il 17 settembre Israele torna al voto dopo pochi mesi.

 

La mancanza di una maggioranza, dopo il voto dello scorso aprile, è conseguenza di una situazione di stallo nel Parlamento unicamerale, la Knesset, - che ne ha poi portato allo scioglimento – tra il Likud, il partito di centrodestra del primo ministro israeliano Benjamin Netanyahu e il principale partito avversario – il centrista “il Blu e il Bianco”, dell’ex capo di stato maggiore Benny Gantz.

 

Le divergenze fra i partiti che rappresentano la comunità ultra-ortodossa e Israel Beytenu, il partito nazionalista dell’ex ministro alla Difesa Avigdor Lieberman, non ha consentito il formarsi di una maggioranza con il Likud.

 

35 eletti contro 35 dell’opposizione rendevano necessaria una alleanza che Netanyahu non ha trovato.

 

Agenzia Radicale ne parla con il prof. Andrea Lattes docente al Yaad Academic College di Tel Aviv e già docente al Bar Ilan University.

 


 

Israele torna al voto dopo pochi mesi (Agenza Radicale Video)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna