Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

16/07/19 ore

Composizioni da Scomposizioni di Luca Zarattini al RvB Arts di Roma


  • Giovanni Lauricella

Gradito ritorno del maestro Luca Zarattini al RvB Arts con una nuova personale Composizioni da Scomposizioni, di cui Michele Ainis, noto costituzionalista, è, quale critico, curatore della mostra.

 

Grandi quadri primeggiano nelle sale di RvB Arts eseguiti con variopinti ritagli di carta attaccati sulla tela, tecnica detta collage cui hanno dato prestigio numerosi artisti del calibro di Picasso,BraqueErnstHeartfieldMatisse, per citarne solo alcuni, che Luca Zarattini fa sua con una visione del tutto particolare.

 

Risalta un cromatismo nitido e molto contrastato nei toni, tale da rendere le opere di una vitalità coinvolgente. Quadri “forti” realizzati con materiali poveri dove l’abilità nel disporre gli elementi crea l’efficacia desiderata.

 

Composizioni da scomposizioni”: nessun titolo poteva essere così pertinente alla tecnica che vediamo esposta, che fa ben capire il modo di eseguire che l’artista ha realizzato.

 


 

Molto sensibile al colore verde, con il quale compone alcune delle sue migliori opere, lo dispone come se i ritagli fossero dei vivaci accenti che spiccano dal fondo dando al tutto un’articolazione molto complessa.

 

La stranezza è che opere così vibranti sono bidimensionali, perché Luca Zarattini non si spertica in profondità prospettiche, eppure, operando su stacchi cromatici decisi, moltiplica vari piani rappresentativi.

 


 

Lo strano è che stiamo parlando di collage, che non è un «incollaggio» come sarebbe la fedele traduzione, ma una tecnica usata dall’artista al contrario, per scollare, per decostruire, per scomporre, una ricerca escogitata per far scoprire l’autentica sostanza delle cose.

 

 

In alcune sue opere compaiono come a sorpresa “personaggi” umani o animali che animano la scena e possono essere anche oggetti come in una natura morta, te li trovi senza saperne la provenienza e il nesso tra loro. L’efficacia è nel senso di sospensione, una mancanza di gravità che fa circolare le immagini all’interno del quadro come in un grande caleidoscopio.

 

Decomposizioni curiose con spunti divertenti che tendono a soddisfare l’occhio del fruitore; un ambito fantastico, alle volte bizzarro, nel quale vieni trascinato dentro collage dopo collage, in un  mondo che è il sogno visionario di Luca Zarattini.

 


 

Composizioni da Scomposizioni

di Luca Zarattini

a cura di Michele Ainis e Michele von Büren

fino al 14 Maggio

RvB Arts - Via delle Zoccolette 28, 00186 Roma

Antiquariato Valligiano - Via Giulia 193, 00186 Roma

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna