Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

13/12/19 ore

Conversazione con Anton Emilio Krogh, avvocato e scrittore, su ‘Non si può fermare l’estate’ il suo secondo libro



“L’estate – spiega all’Adnkronos Anton Emilio Krogh, avvocato e scrittore,  – non è solo una stagione climatica, ma è una stagione del cuore, dell’emotività, della vita, dei sogni. Quindi non si può fermare l’estate nel senso che non si possono fermare i sogni, l’emotività, il flusso della vita.

 

Inoltre – sottolinea l’avvocato e scrittore – l’estate è un momento di bilanci che si fanno solo quando si è liberi da stress e lavoro e si riesce a capire se quello che stiamo facendo è realmente quello che avremmo voluto fare”.

 

I tre protagonisti del romanzo, Carlo, Ferdinando e Luca, sono tre amici che la vita ha unito al liceo Umberto di Napoli. Due di loro vengono bullizzati in quanto omosessuali mentre il terzo, eterosessuale, li protegge dal branco. E sono proprio questi episodi di bullismo a rafforzare la loro amicizia.

 

Tre moschettieri contemporanei – racconta Krogh – cresciuti al celebre grido ‘tutti per uno, uno per tutti’. Alla soglia dei quarant’anni fanno un viaggio che mette in discussione tutte le loro esistenze. Partono da Napoli e vanno a Cuba e Mykonos, luoghi bellissimi che incarnano in modo diverso aspettative di trasgressione, che io conosco e di cui ho potuto raccontare alcune realtà a me note”.

"Non si può fermare l’estate” perché è d’estate che fa nascere l’amicizia - E infatti i tre protagonisti, vivono la loro consapevolezza proprio in quella stagione che è quella del cuore, dell’emotività, della vita, dei sogni.

 

“… Ai ragazzi dico sempre che non devono fermare la loro estate, e non mi riferisco soltanto alla sessualità, ma alle loro emozioni e ai loro sogni...".

 

Di seguito una conversazione con l’autore.

 


 

Non si può fermare l'estate - conversazione con Anton Emilio Krogh (Agenzia Radicale Video)

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna