Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

17/08/17 ore

Giallo Caravaggio, di Gilda Piersanti. Un thriller sul mondo degli adolescenti



Originaria di Tivoli, GildaPiersanti vive da molti anni a Parigi. Dai suoi romanzi gialli è stata tratta una serie di film per la tv francese, mentre in Italia ha riscosso successo con “Estate assassina” (Ed. Bompiani), la prima indagine dell'ispettrice di polizia Mariella De Luca.

 

Tra le finaliste candidate al Premio Pavoncella 2017 con il romanzo “Giallo Caravaggio”(Ed. Nave di Teseo), anche se non ha ottenuto alcun riconoscimento, tuttavia merita un encomio per la sensibilità da lei evidenziata verso i problemi giovanili.

 

In effetti la Piersanti haambientato il suo romanzo nelle calde serate del settembre romano, serate in cui i giovani si riversano in massa nelle strade. L’azione inizia per l'ispettrice Mariella De Luca al sorger del giorno, in un’alba che si tinge del colore del sangue per un delitto che la catapulta nel difficile mondo degli adolescenti.

 

La casa editrice così presenta il libro:Settembre: le sere romane sono ancora calde e accoglienti, i giovani si riversano per le strade per vivere gli ultimi giorni d'estate. All' alba il risveglio ha il colore del sangue: sul lungotevere viene trovato il corpo senza vita di una ragazza, atrocemente mutilata.

 

La fine delle vacanze si trasforma in un incubo per l'ispettrice Mariella De Luca, che si trova catapultata nell'universo fragile e crudele dell'adolescenza.

 

Tra coppie in crisi e minacce della mafia russa, madri sole e figli alla deriva, Mariella riannoda i fili di una relazione pericolosa, nell'età in cui la menzogna appare l'unica difesa, e la morte l'unica alternativa”.

 

Il libro segue gli schemi classici del “giallo”. Unica variante di rilievo: l’ispettore è una donna, Mariella De Luca, che mostra acume e sensibilità verso un mondo di fragili ragazze, travolte da una società senza più valori.

 

Lo stile è senz’altro scorrevole ed efficace, i personaggi sono ben delineati e il libro si legge volentieri, anche se a tratti in verità il racconto diventa piuttosto prolisso e ripetitivo.

 

Dai cenni biografici apprendiamo che Gilda Piersanti è nata a Tivoli nel 1957, abita a Parigi da più di vent’anni. Traduttrice e critica letteraria, dal 1995 si consacra alla scrittura con una serie di romanzi di successo: Rouge abattoir (2003); Médées (2006); Roma Enigma (2010); Wonderland (2012).

 

Vincitrice di numerosi premi letterari tra i quali il Prix Polar dans la Ville nel 2005 e il Prix SNCF du Polar Européen nel 2007, da due suoi romanzi sono stati tratti film per la televisione. Nel 2014 ha pubblicato Estate assassina, la prima indagine di Mariella De Luca.

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna