Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

19/10/18 ore

‘Il cammino di Bergoglio’ di Antonio Scoppettuolo. Viaggio nel pensiero dell’Arcivescovo di Buenos Aires divenuto Papa



Un viaggio nella storia e nella spiritualità del Papa venuto dalla fine del mondo. Nel vasto panorama editoriale che si sta sviluppando intorno alla figura di Papa Francesco il libro ‘Il cammino di Bergoglio. Le parole di un vescovo diventato Papa", edizioni Insieme, del giornalista e studioso irpino Antonio Scoppettuolo rappresenta una novità interessante. Non è una biografia ma una guida al pensiero dell’allora Cardinale Arcivescovo di Buenos Aires.

 

L’autore, originario di Gesualdo, ha infatti preso in esame l’intera produzione di lettere pastorali, omelie e interventi venuti alla luce durante il ministero nella capitale argentina quando Bergoglio si è confrontato con la grave crisi finanziaria del 2001, la politica, il potere, la carità, la pastorale nella città e nelle periferie, la vita e l’educazione.

 

Molti degli insegnamenti del Papa possono essere riletti quindi alla luce del suo passato e della svolta della Chiesa Latino americana con il documento di Aparecida del 2007 redatto dalla commissione episcopale presieduta da Bergoglio. La cultura religiosa latinoamericana, gli sviluppi del magistero, il parallelo con Paolo VI e molte curiosità come quella che riguarda l’ultima parrocchia creata dal cardinal Bergoglio prima dell’elezione pontificia e intitolata a San Francesco D’Assisi sono alcune delle cose che si possono leggere.

 

Il libro si apre con alcune notizie sul conclave ed è introdotto dalla prefazione del gesuita e già direttore della Civiltà cattolica padre Bartolomeo Sorge che scrive per la prima volta sul confratello Papa argentino.

 

Del Papa argentino, negli otto capitoli del libro, Scoppettuolo analizza quelle che Antonio Machado chiamerebbe le ‘viscere del sentire’, dall’amore per la povertà alla capacità, tutta gesiotica, di guardare lontano e oltre, ma ancche la sua teologia della storia e un filo rosso che impagina i giorni: la forza della misericordia.

 

Come scrive Scoppettuolo «Bontà e tenerezza (ternura)». Parole semplici che entrano nel cuore del popolo e fanno riflettere anche gli uomini del dubbio, fermi sulla soglia dell’Ora Nona e al grido del Nazareno sulla Croce.

 

Una rivoluzione culturale, che rimette la Chiesa al centro,  e assicura un confronto con il vero sacramento della vita: il volto dell’altro.

 

Salvatore Balasco

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna