Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

03/08/20 ore

The Farewell-Una bugia buona, di Lulu Wang. Il principio della beneficialità


  • Giovanna D'Arbitrio

The Farewell - Una bugia buona, scritto e diretto da Lulu Wang, già candidato a diversi premi internazionali, racconta la storia di Billi (Awkwafina), una giovane cinese che vive a New York fin da bambina. Quando scopre che sua nonna Nai Nai (Zhao Shuzhen) ha un tumore incurabile, torna in Cina per rivederla.

 

Tutti i parenti, rimpatriati per l’occasione, decidono di tenere nascosta la verità all’anziana donna per farle vivere serenamente i pochi mesi di vita che le restano. Il pretesto del loro rientro sarà la partecipazione ad un matrimonio che così allontanerà ogni sospetto.

 

Si tratta in effetti del principio etico della beneficialità, in base al quale in Cina si preferisce tacere la verità per il bene del paziente. Billi, tuttavia, non approva tutto ciò e vorrebbe rivelare alla nonna la gravità della situazione, ma le viene spiegato che, a differenza delle usanze occidentali, la vita di una persona in Cina fa parte di un insieme, quello della famiglia, che decide per il suo bene. Nel viaggio verso le origini, insomma, gli espatriati della famiglia Wang riuniti al capezzale di una nonna malata, ritrovano tradizioni, sentimenti e tenerezza, riannodando i fili spezzati delle loro vite private. 

 

Il film mette a confronto occidente e oriente e le loro differenti condotte etiche, cercando di trovare una sintesi tra di esse. L’incontro-scontro tra culture che genera il disagio iniziale viene infine risolto con serenità, e talvolta perfino con humour, nell’accettazione di cambiamenti e integrazioni non solo tra culture diverse, ma anche tra passato e presente. E per Billi alla fine il viaggio in Cina si rivelerà senz’altro un percorso formativo e rientrando in USA si sentirà più forte nell’affrontare la vita.

 

Il film si basa su un racconto breve della regista, What You Don't Know, letto nel 2016 durante il programma radiofonico This American Life. La regista ha dichiarato di essersi ispirata in parte ad eventi della sua vita. Nello stesso anno, il produttore Chris Weitz le ha offerto di dirigere un film basato sul suo racconto. 

 

Oltre al valido cast degli interpreti, tra i quali ricordiamo Tzi Ma, Diana Lin, Lu Hong, Jiang Yon, Chen Han, Aoi Mizuhara, Li Xiang,notevoli nel film sono la fotografia di Anna Franqgbouesa Solano, le musiche di Alex Weston, la scenografia di Yong Ok Lee, i costumi di Vanessa Porter.

 

Lulu Wang, nata a Pechino, emigrò coi genitori negli Stati Uniti nel 1989 all'età di sei anni. Si è laureata al Boston College nel 2005 in musica e letteratura. Dopo aver diretto diversi cortometraggi, nel 2014 ha esordito nella regia con il film Posthumous, un dramma sentimentale. La commedia drammatica The Farewell  è stata presentata in anteprima al Sundance Film Festival.

 

Ecco un’intervista alla regista (da FilmlsNowItalia)

 

 


Commenti   

 
0 #1 Stephaine 2019-12-30 16:13
Unquestionably believe that which you said. Your favorite justification appeared to be on the net the
simplest thing to be aware of. I say to you, I definitely get annoyed while people think about
worries that they just don't know about. You managed to hit
the nail upon the top as well as defined out the whole thing without having side-effects , people could take a signal.

Will likely be back to get more. Thanks

Feel free to surf to my website :: Quiet Buds
Review: https://robotex.ee/?p=25199
Citazione
 

Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna