Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

25/05/18 ore

LORO 1, di Paolo Sorrentino. Ritratto di un’Italia corrotta e decadente



Il 24 aprile è apparsa sugli schermi italiani la prima parte di Loro 1, il film di PaoloSorrentino, mentre la seconda arriverà il 10 maggio durante il Festival di Cannes che non ha ancora dato il consenso alla sua partecipazione.

 

Il film inizia con l’immagine di una pecora davanti a un enorme televisore, ipnotizzata da quiz e spot, pubblicitari, la quale stramazza al suolo stecchita quando il televisore si spegne. La storia prosegue con i traffici di uno squallido ministro-poeta (Fabrizio Bentivoglio) e gli intrallazzi del pugliese Sergio Morra (Riccardo Scamarcio) che con un numero impressionante di escort cerca di entrare nella corte berlusconiana per ampliare i suoi loschi affari.

 

In effetti, come lo stesso Sorrentino ha affermato, Loro, sono i cortigiani del potente leader, uomini affamati di denaro e numerose ragazze pronte a prostituirsi. Se si aggiunge un apostrofo a Loro si trasforma in l’Oro, cioé il miraggio di ricchezza e potere perseguito dal clan.

 

Berlusconi (Toni Servillo) nel film appare solo in un secondo momento, mascherato da odalisca per far pace con sua moglie Veronica Lario(Elena Sofia Ricci) nella villa in Sardegna. Cinico, ironico, ma anche romantico, interpreta canzoni con l’aiuto di Apicella che lo accompagna con la chitarra e Fabio Concato che canta “Domenica Bestiale”, la canzone che segnò l’inizio dell’amore tra Veronica e LUI, come viene  spesso chiamato dai personaggi del film.

 

In un’intervista Sorrentino ha affermato che ha cercato di descrivere un personaggio molto complesso, soprattutto l’uomo, più che il politico, poiché. Berlusconi è molto altro e non è facile esprimere una sintesi. Per questo devo chiedere aiuto a chi è molto più bravo di me, Hemingway, che in Fiesta scrive “Non c'è nessuno che viva la propria vita sino in fondo, eccetto i toreri”. Ecco, parafrasando, forse l'immagine più compendiaria che si può avere di Silvio Berlusconi è questa: un torero.

 

Sembra che Berlusconi fosse interessato positivamente al film, ma poi abbia cambiato idea ritenendolo offensivo. Veronica Lario, invece, si è incontrata con il regista che aveva già letto il suo libro “Tendenza Veronica”.

 

Dal film viene fuori il ritratto di politici corrotti e di una parte di italiani che ne approfittano, intrallazzando tra affari poco puliti, droghe e escort, una casta decadente e priva di valori etici, simile a quella offerta nel film Il Divo

 

Accanto ai già citati Toni Servillo, Elena Sofia Ricci, Riccardo Scamarcio, Fabrizio Bentivoglio, troviamo molti bravi attori, come Kasia Smutniak, Anna Bonaiuto, Ugo Pagliai, Ricky Memphis, Elena Cotta, Iaia Forte, Duccio Camerini, Mattia Sbragia, Max Tortora, Roberto Herlitzka e tanti altri.

 

Paolo Contarello ha collaborato con Sorrentino per la sceneggiatura, Luca Bigazzi per la fotografia, Cristiano Travaglioli per il montaggio e Lele Marchitelli per la colonna sonora che nelle opere del regista è sempre particolare.

 

Siamo in attesa di Loro 2 per avere un quadro più completo del film del regista napoletano che vinse l’Oscar nel 2014 con La Grande Bellezza..

 

Giovanna D’Arbitrio

 

 


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna