Informativa

Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Se vuoi saperne di più o negare il consenso a tutti o ad alcuni cookie, consulta la cookie policy.
Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all'uso dei cookie.

27/05/19 ore

Il Card. Martini è morto rifiutando le ultime cure



Il Cardinale Carlo Maria Martini è morto all’età di 85 anni. Da tempo malato di Parkinson, nelle ultime ore della sua vita, ancora lucido, aveva rifiutato l’accanimento terapeutico.

 

Nato a Torino nel 1927, il Cardinal Martini, è stato arcivescovo di Milano dal 1979 al 2002. Gesuita, è entrato nella Compagnia di Gesù a soli 17 anni e poi sacerdote a 25. E' stato rettore del Pontificio Istituto Biblico e poi della Pontificia Università Gregoriana. Dal 1979 al 2002 è stato arcivescovo di Milano.

 

È stato fautore del dialogo ecumenico e interreligioso. Nel 1987 lanciò la Cattedra dei non credenti: cicli di incontri a tema ai quali il cardinale invitava esponenti laici del mondo della cultura e delle istituzioni. «Ciascuno di noi ha in sé un credente e un non credente, che si interrogano a vicenda» disse in occasione della prima Cattedra dedicata alle «Ragioni della fede»

 

Martini si era ritirato in Terra Santa per proseguire gli studi da biblista. Nel 2008, dopo l'aggravarsi del morbo di Parkinson, era rientrato in Italia a Gallarate dove è morto.


Aggiungi commento


Codice di sicurezza
Aggiorna